“Cozonaci” Panettone tipico rumeno

cozonaci-panettone-tipico-rumeno

Quando si avvicinano le feste anche la tavola inizia a prepararsi per essere ripiena di tante cose buone.

In Romania ogni festività e festeggiata a dovere preparando questo dolce che è molto simile al panettone.

Il suo profumo è qualcosa di indescrivibilmente delizioso.

I “cozonaci” possono essere ripieni di cacao e noci oppure possiamo metterci i canditi, l’uva passa, arachidi o quel che si desidera,seguendo ovviamente i grammi che vengono indicati nella ricetta.

Siccome io sono un amante della frutta secca e del cioccolato, ovviamente ho scelto di mettere cacao e noci.

Adesso vi lascio alla ricetta.

Ricordatevi, se provate a farla, mandatemi la foto sulla mia pagina su Facebook, oppure taggatemi su instagram con #dodinafoodstories.

 

  • Difficoltà:
    Alta
  • Preparazione:
    2 ore
  • Cottura:
    1 ora
  • Costo:
    Medio

Ingredienti

PER L’IMPASTO

  • Farina 00 (A T° ambiente) 1 kg
  • Sale 1 pizzico
  • Uova 4
  • Tuorli 2
  • Zucchero 250 g
  • Lievito di birra fresco 50 g
  • Burro 130 g
  • Latte 350 ml
  • Vanillina (o una bacca di Vaniglia è meglio) 1 bustina
  • Olio 30 ml

PER IL RIPIENO

  • Noci (macinate) 200 g
  • Cacao amaro in polvere 5 cucchiai
  • Albumi 2
  • Sale 1 pizzico
  • Latte (Molto caldo) 6 cucchiai
  • Aroma al rum 10 ml

COPERTURA

  • Uovo 1
  • Zucchero q.b.

Preparazione

Impastiamo

    1.  Per prima cosa, prendiamo il lievito di birra e lo mescoliamo con un cucchiaio di zucchero un pò di farina e del acqua calda, ma non bollente, e lo lasciamo lievitare; Deve raddoppiare il suo volume.
    2. Mentre aspettiamo prendiamo il nostro chilo di farina e lo settacciamo per  2-3 volte. Questo servirà per far incorporare bene tutti gli ingredienti alla farina e per avere un “Cozonac” molto soffice e morbido.
    3. Fatto ciò aggiungiamo il nostro lievito già cresciuto alla farina. In un pentolino scaldiamo il latte con il burro e lo zucchero, ed una volta sciolto il burro lasciamo raffreddare per un paio di minuti.
    4. Mentre aspettiamo prendiamo le 4 uova ed i due tuorli aggiungiamo un pizzico disale e sbattiamo fino a quando non creiamo un composto omogeneo.
    5. Raffrddato il latte lo aggiungiamo nella nostra ciotola contenente già la farina con il lievito, aggiungiamo anche le uova precedentemente mescolate e incominciamo a mescolare il tutto fino a quando non otteniamo un composto omogeneo.
    6. Io ho impastato per circa 15 minuti prima di avere un buon impasto.
    7. Infine, ci aiutiamo con un po di olio per poterlo impastare bene e per far si che non si attacchi troppo alle mani.
    8. Lasciamo riposare per circa 1 ora e mezza il nostro composto con un canovaccio sopra in un luogo caldo.
    9. Al termine della nostra ora e mezza l’impasto dovrebbe essere raddoppiato.

Prepariamo il ripieno

    1. I 200g di noci che andiamo a macinare vengono poi mescolati con i 6 cucchiai di latte ben caldo, il cacao, lo zucchero e l’aroma di Rum.
    2. Gli albumi vengono montati a neve( per montarli bene, aggiungiamo prima un pizzico di sale).
    3. Montati gli albumi, prendiamo il nostro composto con le noci e lo aggiungiamo lentamente ad essi, facendo attenzione, appunto, che nella fase di mescolamento non vengano smontati gli albumi.

Formiamo i “Cozonaci”

    1. Dividiamo l’impasto in 4 parti uguali.
    2. Prendiamo una parte e la stendiamo su una carta da forno, formando come un foglio, aggiungiamo 1/4 del nostro ripieno, lo stendiamo su tutta la superficie e formiamo un rotolo.
    3. Facciamo lo stesso procedimento anche con gli altri 3.
    4. Infine ne prendiamo due a due, gli intrecciamo e li mettiamo in una teglia (tipo quella del pan bauletto).
    5. Facciamo riposare nella teglia per 20 minuti.
    6. intanto accendiamo il forno e lo lasciamo riscaldare a 180°C
    7. Passati i 20 minuti, prendiamo un uovo, lo sbattiamo per bene poi con un pennello da cucina lo spargiamo su tutta la superficie e ci buttiamo sopra dello zucchero. Inforniamo e lasciamo dentro per 1 ora.
    8. Alla fine, togliamo dal forno, per i primi 20 minuti lasciamo nella teglia i nostri panettoni, dopo togliamo e lasciamo raffreddare completamente.

    BENE , SE TI E’ PIACIUTA LA MIA RICETTA E VUOI CONTINUARE A VEDERNE ALTRE, SEGUIMI SULLA PAGINA FACEBOOK TANTE NUOVE RICETTE OGNI SETTIMANA.

Note

CONSIGLI

Possiamo mangiare a colazione, per merenda o in un momento di relax.

Si possono conservare fino ad una settimana.

Se volete conservarli più a lungo vi suggerisco di metterli in una busta di plastica e metterli nel frizzer. Da tirar fuori al momento del bisogno.

Dessert, Lievitati

Informazioni su dodinafoodstories

Chi è DODINA? "...Cucinare è come amare, o ci si abbandona completamente o si rinuncia. (Harriet Van Horne)..." Dodina è una ragazza nata nel lontano 31 gennaio del 1993 di nome Teodora. E' una ragazza apparentemente fredda,arogante,lunatica,con grandi sogni nel cassetto e un pò viziata ma con un cuore dolce e tanto romantica. Figlia unica di due genitori a dir poco fantastici. Amo la cucina fin da quando ero bambina. Mi ricordo ancora quando ero piccola e mia madre preparava qualcosa, ero sempre intorno a lei, guardadola, affascinata da quello che faceva. Sono poche le cose mi danno delle emozioni così forti come la cucina; Non importa se sono io a cucinare o se guardo qualcuno mentre lo fa, provo un emozione unica, inspiegabile; Cucinare per qualcuno credo sia il gesto più grande e bello che si possa fare. Credo che attraverso la cucina si riescano ad esprimere meglio le emozioni. Ho sempre pensato che un dolce possa essere più esplicativo, ad esempio, di un fiore per dire ad una ragazza che la si ama, non che i fiori non abbiano il loro fascino! Ce chi a parole fa fatica, come me, ad esternare i suoi sentimenti e allora ecco a voi la risposta: Grembiulino, farina, uova, zucchero, cioccolato, una teglia, un forno.. ed il nostro messaaggio d'amore sarà pronto in massimo un ora. Sforniamo e lo offriamo a chi di dovere... "...Tutto è più facile da dire in una cucina, tutto è sfumato da questa intenzione di condivisione, e l’appetito fa scorrere nuova linfa nelle cose (Serge Joncour)..." Perchè questo Blog? Ho deciso di dare vita a questo blog perchè dopo un pò di mesi di riflessione mi sono proposta di buttarmi in una nuova avventura. Quest'esperienza sarà per me come una sorta di preparazione a ciò che vi svelerò più avanti.. Un blog richiede molto impegno, costanza, presenza e sopratutto CHIAREZZA quando si pubblicano delle ricette. Perciò inizierò questo percorso con la massima attenzione e presenza; Cercherò sempre di essere precisa nelle spiegazioni ed il più chiara possibile. Sarà sempre disponibile per qualsiasi dubbio, perplessità.

Precedente PANINI ALLA ZUCCA CON LIEVITO MADRE Successivo PAN DI SPAGNA al cioccolato

4 commenti su ““Cozonaci” Panettone tipico rumeno

  1. Buongiorno! piacere di conoscerti, ho letto tutta d’un fiato la tua presentazione! grazie per la ricetta, adoro come te la frutta secca, dunque quando la proverò… ci metterò anche io nel ripieno tantissime noci!

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.