PANINI ALLA ZUCCA CON LIEVITO MADRE

Con l’arrivo dell’autunno oltre al freddo, le foglie che cadono dagli alberi, tutto cambia, e sopratutto ci sono tanti frutti di questa stagione che iniziano ad essere disponibili per i nostri tavoli rendendoci le giornate un pò più colorate, seppure le giornate incominciano ad essere un pò scure.

Questi panini oltre ad essere buonissimi sono anche molto belli esteticamente.

 

  • Preparazione: 3 Ora
  • Cottura: 30 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 10 pezzi
  • Costo: Basso

Ingredienti

  • 200 g Semola di grano duro rimacinata
  • 200 g Farina Manitoba
  • 200 g Polpa di zucca (già pulita e sbucciata)
  • 130 ml Acqua
  • 100 g Lievito madre (oppure 25g di lievito di birra)
  • 8 g Sale
  • 1 cucchiaino Miele
  • q.b. Olio extravergine d'oliva

Preparazione

  1. PROCEDIMENTO:

    • Tagliare la zucca a cubetti e metterla in un pentolino con 80ml di acqua. Ricoprire con un coperchio e cuocere a fuoco lento fino a quando la zucca non si sarà ammorbidita. Spegnere e lasciar rffreddare.
    • Nel frattempo sciogliere il LIEVITO MADRE o ( lievito di birra) nei restanti 50ml di acqua ed il miele.
    • Frullare la zucca insieme all’acqua a cui è stata cotta ed unire al lievito; Versare le farine a pioggia e mescolare finchè non si forma un composto uniforme. Aggiungere il sale e l’olio per ultimi ed impastare per circa 15 minuti.
    • Coprire e riporre in un posto riparato per circa 1 ora.
    • Riprendere l’impasto, fare delle pieghe e poi dividerlo in circa 10 pezzi.
    • Formiamo 10 palline che poi leghiamo con del filo per darli una forma a <<zucca>>. Rimettiamo nel forno, accendiamo la luce del forno e lasciamo riposare per circa 12-16 ore (se usiamo il lievito di birra invece lasciamo lievitare per 1 ora e mezza).
    • Passate le 12-16 ore (o 1h e 1/2) riscaldiamo il forno a 200°C.
    • Quando sarà caldo, mettiamo la nostra teglia con i panini, e sul fondo del forno versiamo un bicchiere di acqua per formare del vapore. (oppure mettiamo un pentolino con dell’acqua sul fondo del forno per non rischiare di bruciarci.)
    • Inforniamo subito appena messo dentro il pentolino o il mezzo bicchiere di acqua e abbassiamo la temperatura del forno a 180°C
    • Facciamo cuocere per 30 minuti.
    • Dopo la cottura togliamo dal forno e mettiamo su una griglia per farli raffreddare.

    ORA POSSIAMO GUSTARE I NOSTRI PANINI ALLA ZUCCA A FORMA DI PICCOLE ZUCCHE. 

     SE TI E’ PIACIUTA LA MIA RICETTA E VUOI CONTINUARE A VEDERNE ALTRE, SEGUIMI SULLA PAGINA FACEBOOK TANTE NUOVE RICETTE OGNI SETTIMANA.

Note

Quando si saranno raffreddati togliamo il filo.

I panini alla zucca si possono mangiare con dello speck, formaggi di stagione o semplicemente cosi. Tutti gli adoreranno.

I bambini per la loro forma, mentre gli adulti per il suo sapore e anche per la forma certamente.

Se non avete voglia di fare i panini ma volte una bella pagnotta allora seguite lo stesso procedimendo ma invece di piccole zucche, avrete una grande e grossa zucca da servire ai vostri cari.

Io ho provato anche la variante con zucca e cipolla.Si aggiunge a tutti gli ingredienti una cipolla di medie dimensioni; Si soffrige ed una volta fatto si lascia raffreddare per poi unirsi alla zucca ed essere frullata insieme.  Molto buona e delicata! Con un sapore in più. Insomma un tocco speciale.

Lievitati

Informazioni su dodinafoodstories

Chi è DODINA? "...Cucinare è come amare, o ci si abbandona completamente o si rinuncia. (Harriet Van Horne)..." Dodina è una ragazza nata nel lontano 31 gennaio del 1993 di nome Teodora. E' una ragazza apparentemente fredda,arogante,lunatica,con grandi sogni nel cassetto e un pò viziata ma con un cuore dolce e tanto romantica. Figlia unica di due genitori a dir poco fantastici. Amo la cucina fin da quando ero bambina. Mi ricordo ancora quando ero piccola e mia madre preparava qualcosa, ero sempre intorno a lei, guardadola, affascinata da quello che faceva. Sono poche le cose mi danno delle emozioni così forti come la cucina; Non importa se sono io a cucinare o se guardo qualcuno mentre lo fa, provo un emozione unica, inspiegabile; Cucinare per qualcuno credo sia il gesto più grande e bello che si possa fare. Credo che attraverso la cucina si riescano ad esprimere meglio le emozioni. Ho sempre pensato che un dolce possa essere più esplicativo, ad esempio, di un fiore per dire ad una ragazza che la si ama, non che i fiori non abbiano il loro fascino! Ce chi a parole fa fatica, come me, ad esternare i suoi sentimenti e allora ecco a voi la risposta: Grembiulino, farina, uova, zucchero, cioccolato, una teglia, un forno.. ed il nostro messaaggio d'amore sarà pronto in massimo un ora. Sforniamo e lo offriamo a chi di dovere... "...Tutto è più facile da dire in una cucina, tutto è sfumato da questa intenzione di condivisione, e l’appetito fa scorrere nuova linfa nelle cose (Serge Joncour)..." Perchè questo Blog? Ho deciso di dare vita a questo blog perchè dopo un pò di mesi di riflessione mi sono proposta di buttarmi in una nuova avventura. Quest'esperienza sarà per me come una sorta di preparazione a ciò che vi svelerò più avanti.. Un blog richiede molto impegno, costanza, presenza e sopratutto CHIAREZZA quando si pubblicano delle ricette. Perciò inizierò questo percorso con la massima attenzione e presenza; Cercherò sempre di essere precisa nelle spiegazioni ed il più chiara possibile. Sarà sempre disponibile per qualsiasi dubbio, perplessità.

Precedente PANE MULTICEREALI con LIEVITO MADRE Successivo "Cozonaci" Panettone tipico rumeno

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.