Crea sito

Torta salata con melanzane

Ebbene eccoci qui, dopo un mese torno a pubblicare sul blog 🙂 Nonostante il tempo a disposizione per realizzare nuove ricette sia sempre meno, non riesco ad abbandonare del tutto questa passione, soprattutto in questa stagione in qui la natura è abbondante di ortaggi gustosi e colorati. Quindi ho  pensato ad una torta salata semplice da realizzare, che racchiudesse però i colori e i profumi dell’estate. Quindi ecco qui per voi la crostata salata con melanzane, pomodorini, pinoli e basilico:

ricette con melanzane

Ingredienti per la torta salata con melanzane:

  • 250 g di farina semi-integrale tipo 2
  • 100 g di acqua fredda
  • 40 g di olio extra vergine di oliva
  • 1 pizzico di bicarbonato
  • 1 pizzico di sale
  • 1 melanzana
  • 10 pomodorini
  • 2 spicchi di aglio
  • 30 g di pinoli
  • 1 mazzetto di basilico fresco
  • olio extra vergine di oliva
  • sale

Preparazione della torta salata di melanzane:

Preparare l’impasto: in una ciotola o nella planetaria mescolare la farina con l’acqua, l’olio, il bicarbonato ed il sale. Amalgamare fino ad ottenere un composto omogeneo.

In una padella far soffriggere gli spicchi di aglio tritati grossolanamente con poco olio, aggiungere la melanzana a cubetti e cuocere a fuoco vivace per 10 minuti. Aggiungere i pinoli alla fine della cottura, prima di spegnere il fuoco.

Spegnere il fuoco, unire i pomodorini tagliati in due ed il basilico tritato. Salare.

Stendere l’impasto preparato in precedenza e stenderlo sopra uno stampo da crostata o con il fondo amovibile o ricoperto di carta da forno, in modo da facilitare l’estrazione delle torta salata di melanzane una volta cotta.

Versare il composto di melanzane, pomodorini e pinoli all’interno dell’impasto steso. Versare un filo d’olio extra vergine di oliva sulla superficie della torta salata di melanzane e pomodorini.

Cuocere la torta salata con melanzane, pomodorini e pinoli nel forno preriscaldato a 180° per 25 minuti.

La crostata di melanzane e pomodorini può essere preparata in anticipo e riscaldata all’ultimo momento prima di servirla. E’ buona anche fredda servita a piccoli cubetti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.