I bomboloni fritti e ripieni, ricetta a lunga lievitazione

Quando avete voglia di un dolce “serio” andate senza ombra di dubbio sui BOMBOLONI FRITTI ! Una goduria! Questi sono fatti con la pasta madre, a lunga lievitazione… il bello di usare questo tipo di impasto evita il formarsi di odori pesanti dovuti ad un uso eccessivo del più tradizionale lievito di birra. Mi raccomando, l’impasto va fatto il giorno prima! Per la frittura, vi consiglio di usare OLIO DI SEMI DI ARACHIDE perchè ha lo stesso punto di fumo e le stesse caratteristiche dell’olio di oliva ma risulta più adatto alle fritture e soprattutto costa molto di meno!

bomboloni fritti ricetta nella cucina di martina blog

Bomboloni fritti ripieni

Ingredienti per 20 bomboloni

  • 180 g. di farina 00
  • 180 g. di farina manitoba
  • 150 g. di pasta madre
  • 1 tuorlo d’uovo
  • 60 g. di burro
  • 80 g. di zucchero
  • 125 g. di acqua
  • 125 g. di latte
  • 1 pizzico di sale

per friggere

  • 1 litro di olio di semi di arachide

per riempire

Procedimento

Da fare il giorno prima: in una ciotola capiente, spezzettate la pasta madre e scioglitela nel liquido previsto (acqua e latte) aggiungete le farine, il burro a temperatura ambiente, lo zucchero e il pizzico di sale. Impastate di buona lena il tutto, quando non si attaccherà più alle mani, continuate a lavorarlo sulla spianatoia leggermente infarinata. Quando avrete ottenuto un impasto elastico, sodo ed omogeneo, formate una palla e mettetela nella ciotola, coprite il tutto con due giri di pellicola da cucina e riponete per almeno 12 ore in un luogo riparato. Vi consiglio di fare l’impasto la sera, così il giorno dopo troverete l’impasto pronto da tagliare.

Il giorno dopo: trascorse le 12 ore (possono essere anche di più, non succede nulla) estraete l’impasto dalla ciotola e mettetelo sulla spianatoia leggermente infarinata. Lavorate il tutto fino a sgonfiarlo, stendetelo con un mattarello allo spessore di un cm e tagliate dei dischetti (dimensione a vostra scelta). Posizionate i dischetti in teglie ricoperte di carta forno e coprite con un panno immacolato. Fate lievitare per altre 3 ore.

Trascorso il tempo di lievitazione, mettete il litro di olio di semi di arachide in una padella larga con i bordi alti. Portate a temperatura (180° se avete un termometro o quando, se buttate un pezzetto di impasto si formeranno delle bolle tutto intorno).

Prendete massimo 2 dischetti alla volta e gettateli nell’olio caldo, iniziate a girarle a ripetizione, altrimenti rimarranno piatte, quando intorno a loro non ci saranno più bollicine e il colore dei dischi sarà di un bel dorato, potete scolarle con una schiumarola adatta ai fritti.

Posizionate i bomboloni su della carta assorbente.

Quando i bomboloni sono ancora caldi (ma non bollenti) rotolateli in una ciotola nella quale avrete messo del normale zucchero semolato.

Se volete riempire i bomboloni fritti, potete farlo con della crema pasticciera fatta passare attraverso una siringa da pasticceria. Servite freddi.

Se i bomboloni fritti avanzano (ma non credo) conservateli in frigo per un paio di giorni.

Precedente Dolci tipici di carnevale, ricettario gratuito Successivo Ciambelle fritte ricoperte di cioccolato fondente

2 commenti su “I bomboloni fritti e ripieni, ricetta a lunga lievitazione

  1. Così è davvero carnevale!!!…. Peccato stia finendo…. questi bomboloni (spettacolari) sono per tutto l’anno però!!!! Ti abbraccio cara, era un pò che non passavo di qui, ci ritrovo la familiarità e il gusto di sempre!!!
    A presto. Deborah

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.