Crea sito

Brioche col Tuppo siciliane

Da buona Siciliana, non potevo non inserire la ricetta delle Brioche col tuppo, le brioche siciliane famosissime ormai in tutto il mondo. Sono di una bontà unica, sofficissime e profumate, chi viene in Sicilia e le assaggia difficilmente le dimentica. Ecco come prepararle in casa, sono facili da fare anche se richiedono un po’ di tempo. Le brioche col tuppo sono perfette da gustare con gelati e granite, ottime da pucciare nel cappuccino o da gustare così come sono. Io vi confesso che adoro mangiarle con la mortadella ahah 😛

brioche col tuppoEcco gli ingredienti che vi serviranno, queste sono le dosi per 12 brioche col tuppo:
500 g di farina manitoba
170 g di latte
80 g di zucchero
70 g di burro

2 uova intere
5 g di sale
un cucchiaio di miele
una bustina di zafferano
una bustina di vanillina
un cubetto di lievito di birra (o una bustina di lievito liofilizzato)
scorza grattugiata di un limone
scorza grattugiata di un’arancia
un tuorlo mischiato ad un po’ di latte per spennellare

Procedimento:
• La preparazione della brioche col tuppo è un po’ lunghetta, ma sono molto facili da fare: nella ciotola di una planetaria versate il latte tiepido, il lievito, il miele e lavorate per un minuto. In una ciotolina sbattete le uova intere con lo zafferano.

• Unite i due composti ed aggiungete anche la farina, la vanillina, lo zucchero, il burro fuso e le scorze di limone e arancia.
Azionate la planetaria e lavorate il composto per una decina di minuti, dopodichè aggiungete il sale e lavorate per altri 5 minuti.

• Trasferite l’impasto delle brioche col tuppo in una ciotola grande, coprite con della pellicola e fate lievitare per 2 ore dentro il forno spento.

• Trascorso il tempo di lievitazione, prendete l’impasto e lavoratelo per qualche secondo con le mani. Formate 12 palline di circa 80 g e altre 12 palline di circa 15 g. Mettete le palline più grandi in una teglia foderata da carta forno e adagiatevi le palline grandi. Mi raccomando, mettetele distanti perchè dovranno lievitare ancora.

• Al centro di ogni pallina grande, praticate una leggera depressione con un dito in modo da formare un piccolo solco dove andremmo poi a mettere la pallina più piccola, il ”tuppo”.

• Spennellate le brioche col tuppo con il tuorlo sbattuto con un po’ di latte e fate lievitare per due ore.
Quando mancheranno 20 minuti allo scadere del tempo di lievitazione, preriscaldate il forno a 180 gradi.

• A lievitazione ultimata, spennellate nuovamente le brioche col tuppo con tuorlo e latte sbattuti e infornate per 20 minuti. Vedrete che buon profumino si sprigionerà nella vostra cucina 😛

Spero che questa ricetta sia stata di vostro gradimento, se vi va seguitemi anche su Facebook su CucinafacileconElena per rimanere sempre aggiornati <3

107 Risposte a “Brioche col Tuppo siciliane”

  1. Ciao io invece sono di Latina!!!!!! Ma le brioche col gelato le adoro dopo aver fatto una vacanza a Mazara del vallo …….. Per nn dire le atre cose buone che fanno….. Cmq una volta tornata a casa nn sono più riuscita a mangiarle perché purtroppo nessuno le sa fare veramente… Adesso voglio proprio provare con la tua ricetta magari riscoprirò il vero sapore !!…….!!!!!!

  2. Cara Elena,
    il forno deve essere statico o ventilato?
    A che altezza del forno le metti?
    Per poterle preparare per colazione mi dovrei svegliare alle 4 del mattino,
    é possibile prepararle la sera prima e cuocerlo l´indomani?

    1. Ciao Alessandra, è meglio utilizzare il forno statico. Io metto la teglia esattamente al centro, così le brioche cuoceranno perfettamente sia sopra che sotto. Puoi tranquillamente prepararle la sera prima e infornarle la mattina dopo oppure cuocerle direttamente la sera per poi consumarle l’indomani, rimangono sempre soffici. Poi puoi riscaldarle qualche secondo al microonde e tornano come appena fatte! 😀

      1. Ciao Elena, grazie per avermi risposto subito.
        Io sono di Messina ma vivo a Vienna. Ho avuto notizie del tuo blog da Loredana.
        L´estate scorsa ho comprato a Messina, in un negozio specializzato, una polvere e una essenza da aggiungere all´impasto. L´essenza dava proprio un profumo buonissimo. La polvere non l´ho usata perchè non mi ricordavo le dosi. Tu l´hai mai usate?

        1. Figurati, sono qui per questo 🙂 Conosco questi prodotti ma non li uso mai, non so cosa c’è realmente dentro e non mi fido. L’essenza quasi sicuramente conterrà zafferano, che serve a dare profumo ed un colore più deciso alle brioche. Preparale seguendo questa ricettina e vedrai che ti sembrerà di tornare in Sicilia 😀

  3. Che meraviglia! Io sono calabrese e vivo in America da 7 anni, le brioche col tuppo le adoro e non sai quanto mi mancava quel fantastico profumo! Ieri la mia casa aveva l’odore di un bar (ma di quelli buoni) e per cena…brioche con il gelato! Grazie!!!!!!!!

  4. ciao, complimenti per le ricette fantastiche!! volevo sapere se si potevano congelare prima della seconda lievitazione, e lasciarle lievitare tutta la notte all’occorrenza:)
    grazie

  5. Ciao, ho letto la tua ricetta e mi sono cimentato a realizzare le brioche, ho seguito tutti i passaggi ma una cosa è strana, l’impasto è troppo molle, come faccio a fare le palline se mi si attacca nelle mani?

    1. Ciao Giuseppe, è strano che l’impasto risulti appiccicosi. Dopo la lievitazione hai lavorato l’impasto con le mani? Queata fase è importante perché poi aiutandoti con un po di farina rendi l’impasto lavorabile è pronto per fare le brioche 🙂

      1. Scusami, ho sbagliato io, anzi la bilancia, era impostata su altro tipo di peso e non in Kg. quindi i composti erano di meno rispetto ai liquidi che erano giusti. Tecnologia, invece di darti una mano ti rovina. Grazie e scusa per l’errore.

  6. Ciao.. A me piacciono molto queste briosce.. Volevo solo sapere se occorre per forza la farina maritoba o si può usare una farina normale.. Ciao e graze

          1. Ah allora no, siccome avevi scritto 4 g pensavo che ti riferissi a quello liofilizzato dato che una bustina è 7 grammi e visto che fai metà dose 4 g vanno bene. Se usi il panetto (uno pesa 25 g), devi utilizzarne la metà quindi circa 13 g 🙂

          2. Grazie mille!!! E scusa per le continue domande!! 😀 😀 😀
            Ti farò sapere se e come vengono 😀

  7. Ciao! Devo assolutamente provare questa ricetta. Solo una domanda: se le faccio stasera per domattina, conviene dare stasera la forma e lasciar lievitare per la seconda volta per tutta la notte o meglio congelarle? E in tal caso, meglio dopo prima o dopo aver dato la forma? Grazie mille! Anna

    1. Ciao Anna! Se le vuoi fare stasera ti consiglio di dimezzare le dosi di lievito e far lievitare le brioche (dopo aver dato la forma) per tutta la notte, in questo modo non si rovineranno nonostante molte ore di lievitazione e saranno pronte per essere infornate la mattina seguente 🙂

  8. Cara Elena ho eseguito la tua ricetta come descritta passo dopo passo! Il risultato ha superato le aspettative! Super buone, gradite da tutta la famiglia! E a chi come me prima di eseguire una ricetta legge anche i commenti, per avere conferme sulla riuscita, dico solo che sono davvero facili da fare e ottime da gustare!
    P.s. Ho solo sostituito lo zafferano con la curcuma!

  9. Ciao Elena! Vorrei provare a farle con l’olio di semi…secondo te compromette la riuscita e/o il sapore della ricetta? Grazie!

  10. Scusa, l’epoca non è stata voluta da me, l’ha presa in automatico, la risposta è no, quelle non l’ho provate. Ci proverò.
    Ciao

      1. Ciao Cristina, ho capito perché mi hai chiesto se avevo fatto le treccine con lo zucchero, le ho fatto stasera e ho sostituito anche qui il burro con olio di semi di soia. Domani ti dirò il risultato. Stasera invece ho fatto le zeppole al forno, na’ delizia. ciao a domani

          1. Scusa, invece di rispondere alla tua di ieri sera ne ho fatto una nuova, ho scritto che le treccine sono più che ottime, leggere, soffici e sono ideali per il consumo mattutino, senza uova sono meno pesanti. Tu le hai fatte?
            ciao

  11. Ciao Cristina, più che ottime. Leggere, soffici ed è l’ideale per il consumo mattutino, non essendoci le uova sono molto leggere, consigliatissime.
    Ma tu le hai fatte?
    E brava Elena, la nostra pasticcera. La Siciliana di ……………………..?????
    Ciao a tutti

      1. Ciao Elena, perdonami ma ieri non avevo visto che la risposta fosse tua, il messaggio era diretto a Cristina che mi aveva chiesto di dirle come erano venute se le avessi fatto, e ovviamente la domanda “Tu le hai fatte?” era rivolta a lei e non a te.
        Buone ottime ecc. ecc. Fino ad oggi per colazione ho fatto le brioche col tuppo ma devo dire che queste treccine per colazione sono ottime. Ti dirò, per circa due mesi ogni sabato e domenica le ho fatte per un mio amico che ha un bar e le ha stravendute, però le consumano col cappuccino, qui non hanno il culto di mettere il gelato dentro o mangiarle con la granita. Adesso mi devo cimentare a fare i cornetti veloci, poi ti dirò anche qui il risultato. Grazie mille e scusami per l’equivoco.

    1. Leggo solo ora! Grazie GIuseppe! Io no, non le ho ancora provate…conto di farlo non appena c’è qualche giorno di vacanza!

  12. Ciao! Finalmente la ricetta che cercavo! Volevo chiederti dove va e quando la vanillina… Perche ho letto la ricetta e nn la trovo.
    Grazie mille!

  13. Ciao Elena sei bravissima. Domani vorrei provare a farle per mangiarle col gelato . Siamo siciliani ma abitiamo a Torino e ci mancano tanto queste delizie, comunque vorrei sapere se lo zafferano è indispensabile e quindi se posso sostituirlo o ometterlo. Grazie mille in anticipo baci

  14. Ciao non ho ben capito una cosa. 20 min prima della fine della lievitazione bisogna preriscaldare il forno con le brioche dentro??

    1. Ciao Deborah, no, assolutamente, nelle mie ricette indico quasi sempre quando preriscaldare il forno, in questo caso una ventina di minuti prima della fine della lievitazione delle brioche dato che il forno per arrivare a temperatura impiega tanto, ma le brioche ovviamente non devono rimanere dentro 🙂

  15. Ciao elena sn felice di aver trovato il tuo sito ho fatto tante delle tue ricette e siciliana cn te ;). Complimenti. Volevo chiederti se questa ricetta la posso adattare anche x i panini al burro. Grazie

  16. Le ho fatte ieri sera. L’aspetto e l’odore ci sono, ma che fregatura! Oggi è il compleanno del mio miglior amico, che è canadese, e volevo fargli assaggiare la brioche col gelato, ma mi sono venuti dei bocconcini miserrimi!! Ho fatto due gusti, ma non mi ci starà neanche una pallina. Ormai non faccio più in tempo a rifarle. Peccato. La prossima volta farò delle palline da 120g. E poi è meglio fare delle vere e proprie ciambelle, se no il tuppo cade. Io ho spinto col dito fino a toccare il fondo e ci ho messo il tuppo a forma di goccia rovesciata, ma sono lo stesso rotolati via.

    1. Ciao Sergio, hai rispettato i tempi di lievitazione? Non vengono assolutamente piccole, le brioche vanno fatte lievitare dopo averle realizzare ed in cottura aumentanoancora il loro volume, il tuppo poi non cade se lo posizioni bene, è solo una questione di manualità 🙂

  17. Ciao Elena! Premetto che è la prima volta che provo a farle, ho fatto l’impasto questo pomeriggio e l’ho messo nel forno a riposare, però dopo due ore non mi sembrava fosse lievitato più di tanto. Comunque le ho spennellate con il tuorlo e il latte e le ho rimesse dentro per completare la lievitazione; spero di notare un po’ di differenza dopo le altre due ore!

  18. Ciao, ho letto la tua ricetta cercando di qua e di la, volevo chiederti, questo impasto andrà anche bene per la rosticceria, giusto?

  19. Ho provato a farle più volte, ma non sono mai riuscita a trovare la ricetta che riuscisse a convincermi. Provo la tua con piacere e incrocio le dita 🙂

  20. Le ho appena sfornate. Hanno un profumo irresistibile e non hanno proprio nulla da invidiare a quelle dei bar. Finalmente posso dire di aver trovato LA ricetta!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Copy past blocker is powered by http://jaspreetchahal.org