Pettole di Santa Cecilia, ricetta lievitata dolce delle feste.

Le PETTOLE DI SANTA CECILIA deliziosa pasta lievitata fritta e poi passata nello zucchero semolato, una ricetta tradizionale di Taranto.
Questi dolcetti vengono preparati in occasione della festa di Santa Cecilia celebrata il 22 novembre e segna l’inizio dell’Avvento e dei preparativi del Natale.
Ci sono molte storie sulle pettole di Santa Cecilia una narra di una donnatarantina che il giorno di Santa Cecilia, dopo aver preparato l’impasto per il pane, lo lasciò lievitare troppo a lungoe si rese conto che l’impasto oramai mal si sarebbe prestato per la successiva panificazione. Non volendolo sprecare, lo ridusse in palline che, una volta tuffate nell’olio bollente, si gonfiarono e dorarono.
Nell’offrirle ai figli questi, dopo averne apprezzato la bontà, ne chiesero il nome; «pettel» rispose la donna, ossia piccola focaccia, poiché sembravano proprio somigliare alla focaccia che in dialetto locale è detta “pitta”. Non completamente soddisfatti, domandarono ancora «E ‘cce sont?» (cosa sono?) e lei, notando che erano morbidi e soffici rispose «I cuscin’ du Bambinell» (i guanciali di Gesù Bambino).
Un’altra versione della stella leggenda narra che fu San Francesco d’Assisi a distrarre volontariamente dalla finestra la donna mentre passava nei pressi della sua casa.
Un’altra ancora riferisce, invece, che la donna fosse in realtà intenta a parlare con una vicina e non si accorse, se non in ritardo, che l’impasto aveva lievitato troppo.
(citazioni tratte dal sito La Gazzetta del gusto).

Pettole di Santa Cecilia
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo3 Ore
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 250 gfarina 0
  • 250 mlacqua tiepida
  • 2 glievito di birra secco
  • 2 gsale fino
  • q.b.zucchero semolato
  • q.b.olio per friggere

Preparazione

  1. In una piccola ciotola mettete il lievito di birra secco aggiungete poca acqua tiepida (preso dal quantitativo), girate bene in modo da sciogliere il lievito di birra.

  2. In una ciotola più grande mettete la farina setacciata, il lievito sciolto preparato in precedenza ed iniziate a girare il composto poi aggiungete poco per volta la restante acqua e il sale.

    Se vedete che il composto è già bello morbido non mettete tutta l’acqua, il quantitativo dipende molto da quanta acqua assorbe la farina e non è mai la stesso quantità!

    Girate energicamente il composto poi copritelo con pellicola e fate lievitare per 2 ore fino al raddoppio, l’impasto risulterà molto morbido ma è giusto che sia cosi.

  3. In una casseruola stretta e dai bordi alti mettete l’olio per friggere, quando l’olio è caldo fate cuocere a cucchiaiate il composto preparato, quando sono dorate da un lato giratele e terminate la cottura.

    Mettete le pettole di Santa Cecilia su un piatto con un foglio di carta assorbente in modo che perdano l’olio in eccesso, passatele subito nello zucchero semolato e poi mettetele su un piatto da servizio.

  4. Fate lo stesso preocedimento con tutto l’impasto che avete a disposizione.

  5. Pettole con il magic cooker2
  6. PETTOLE CON LIEVITO MADRE
  7. ZEPPOLINE O ZEPPOLE SALATE DI PASTA CRESCIUTA
5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.