Torta caprese

La caprese è un dolce tipico della tradizione partenopea.

A base di cioccolato, mandorle e nocciole, piace a grandi e piccini.

La storia narra che l’inventore di questo dolce sia Carmine Fiore un noto pasticciere di Capri.

Un giorno, un giovanissimo Al Capone, gangster dell’epoca( parliamo degli anni 20), trovandosi sull ‘isola con i suoi “collaboratori”, chiese all’uomo un dolce che non fosse il solito già visto e mangiato.

Carmine, molto intimorito, iniziò a mettersi all’opera e solo dopo avere infornato il tutto, si rese conto di avere fatto un errore gravissimo: dimenticò di mettere la farina!!

Nonostante cio’, piacque molto a tutti.

Da allora è diventata una torta molto amata e rinomata.

Non essendoci farina è quindi senza glutine ed è adatto a tutti coloro che soffrono di celiachia.

Siete pronti a scoprire la ricetta della vera torta caprese, soffice, umida all’interno e con note croccanti date dalla frutta secca utilizzata?

Per questa ricetta mi sono servita delle mandorle di Toritto in provincia di Bari, prodotte dall’azienda fattoria della mandorla con la quale ho avuto il piacere di collaborare.

Ed ora prendete nota…e preparate con me.la TORTA CAPRESE

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni10
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana
  • StagionalitàTutte le stagioni

Ingredienti

5 uova
20 gr di cacao in polvere
150 gr di cioccolato fondente
90 gr di nocciole senza pelle
180 gr di burro
essenza di vaniglia (fiala o bacca)
30 gr di amido di mais o fecola di patate
Mezzo cucchiaino di lievito per dolci ( facoltativo)
150 gr di zucchero a velo o semolato ( o metà dell’uno e dell’altro)
Un pizzico di sale

Strumenti

Passaggi

Per la realizzazione della torta caprese, mettete come prima cosa a bagno le mandorle in acqua calda per almeno un paio di ore,se hanno la pellicina.

Se vi avviate per tempo potete anche tenerle una nottata o comprate quelle già spellate.

In una terrina lavorate il burro che deve essere a temperatura ambiente, NON SCIOGLIETELO, insieme alla metà dose dello zucchero.

È preferibile usare quello a velo, ma se non lo avete potete optare per il classico semolato o mescolare entrambi.

Unite poi mezza fiala di essenze di vaniglia ( o anche la bacca), ed un pizzico di sale e mettete da parte

PASSIAMO ALLE UOVA

che devono essere a temperatura ambiente e mai fredde.

Separate i tuorli dagli albumi.

Inserite i tuorli uno per volta nella crema al burro e lavorate con le fruste.

Tenete poi da parte il composto.

A questo punto lavorate gli albumi avendo cura di ripulire ed asciugare bene le fruste altrimenti non montano bene.

Unite il restante quantitativo di zucchero e continuate a montare.

Il risultato non deve essere troppo solido, ma a becco di uccello, cioè deve formarsi una punta sulle fruste😉

Occupiamoci delle polveri

È importante che tutto sia FRULLATO,compreso il cioccolato fondente.

Molti lo sciolgono ma così facendo, l’interno del dolce non sarà umido come dovrebbe.

Quindi frullate il cioccolato fondente al 65% massimo.

Se volete potete mettere anche circa 50/70 gr di quello bianco..a me piace molto e dona un pizzico di dolcezza in più senza intaccare il gusto originale.

A questo punto frullate insieme le mandorle io ho usato quelle di fattoria della mandorla,che vanno spellate ed asciugate, e le nocciole.

Unite tutto in una ciotola insieme anche all’amido di mais, il cacao amaro in polvere ed il mezzo cucchiaino di lievito per dolci.

Quest’ultimo è FACOLTATIVO.

Mescolate molto bene.

Uniamo i tre composti

Prendiamo la ciotola con il burro e i tuorli ed uniamo in tre step le polveri e gli albumi amalgamando sempre dall’altro verso il basso.

Il risultato finale è un composto cremoso e non troppo denso.

PASSIAMO ALLA COTTURA

Preriscaldiamo il forno VENTILATO A 170°

Ed oleiamo uno stampo per dolci da 22 cm.

Informiamo per 45/50 minuti.

Sforniamo ed attendiamo che la caprese si raffreddi bene

DECORAZIONE

Date spazio alla vostra fantasia e realizzate con l’aiuto di altro zucchero a velo delle decorazioni.

Io ho realizzato con un foglio A4 i faraglioni, tipici dell’isola di Capri, dove questo dolce ha origine.

Ho quindi prima spolverati con zucchero a velo, ho poi poggiato lo stencil handmade sulla torta caprese ed ho rispolverato stavolta con il cacao per dare lo stacco di colore col bianco.

Vi garantisco che se seguite alla lettera tutti i passaggi, verrà fuori una SIGNORA CAPRESE.

Spero che la ricetta vi sia piaciuta. Vi aspetto alla prossima.

torta caprese

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.