Peperoni misti in conserva – Antonella A.

La nostra amica Antonella A. ci invia la ricetta dei peperoni misti in conserva, da utilizzare nel periodo invernale quando i peperoni non sono più buoni come quelli di stagione coltivati a pieno campo.

Peperoni misti in conserva

Vediamo, passo passo, come si prepara

Ingredienti:

  • 5 kg di pepeoni misti
  • 1 litro di aceto bianco (si consiglia uno di ottima qualità)
  • 1 kg di zucchero
  • 250 gr. di sale

Preparazione:

Lavare bene i peperoni, asciugarli e tagliarli a listarelle assicurandosi di eliminare tutti isemi.

Mettere i peperoni tagliati in una bacinella grande e versare lo zucchero il sale e l’aceto, mescolate bene e coprire la bacinella con uno panno pulito.

Lasciate macerare per 48 ore.

Trascorse le 48 ore scolarli un po alla volta con un colapasta e a piacere condire con aglio, olio di semi ,  peperoncino e origano.

Prendete i barattoli, precedentemente lavati e sterilizzati, e rimpiteli non pressando i peperoni, aggiungendo nuovamente aglio, peperoncino e olio di semi che deve coprire i peperoni.

Riempiti tutti i barattoli, lasciateli con i tappi svitati per un settimana verificando i livello dell’olio!

 Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 2 ore
  • Tempo totale:  2 ore + tempo macerazione

Tutte le ricette dei membri di Amici in cucina catalogate per tipologia li trovate nel blog:

https://blog.giallozafferano.it/amicincucina/

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

Vedi anche

Melanzane grigliate sott’olio

Pomodori confit sott’olio

Carciofini sott’olio

Approfondimenti

I peperoni sono frutti che appartengono al VII° gruppo degli alimenti; si caratterizzano per un modesto apporto energetico proveniente soprattutto dal contenuto in fruttosio, mentre lipidi e proteine risultano pressoché marginali.

I peperoni sono gli alimenti che, se consumati crudi, contengono le maggiori quantità di vitamina C (acido ascorbico); inoltre, da non trascurare sono anche: l’apporto di acqua, quello di fibra alimentare e il pool di sali minerali (soprattutto potassio).

I peperoni sono anche un’ottima fonte di betacarotene e di altri carotenoidi; in generale, più sono rossi, più betacarotene e vitamina C contengono (un peperone rosso maturo può contenere, a parità di peso, fino a 4/5 volte più vitamina C di un’arancia).

Molto importante, come del resto accade un po’ per tutti gli ortaggi, l’ambiente nel quale vengono coltivati; le condizioni ideali per massimizzare il contenuto di betacarotene sembrano essere quelle in cui la temperatura si mantiene costante intorno ai 20°C.

Proprio come un altro famoso carotenoide dotato di spiccate proprietà antiossidanti, il licopene, anche il betacarotene viene meglio assorbito nel contesto di un piatto ricco di lipidi; aggiungere un cucchiaio d’olio in cottura può quindi migliorare la disponibilità di questo prezioso nutriente per l’organismo.

Per preservare al massimo la vitamina C contenuta nei peperoni, l’ideale sarebbe consumarli crudi; tuttavia, per migliorare la digeribilità dell’ortaggio e la disponibilità dei carotenoidi, si consiglia una sobria cottura al vapore o in padella a fiamma non troppo viva.

Tratto da http://www.my-personaltrainer.it/alimentazione/peperoni.

Salva

Precedente Sfincione (sfinciuni o spinciuni in siciliano) palermitano a modo mio – Cher Pierre Bonheur Successivo Rigatoni integrali alle melanzane – Barbara P.