Fagioli e cozze (zuppa) – Francesco G.

Il nostro nuovo amico Francesco G. ci propone questo splendido zuppa di fagioli e cozze, una preparazione che può essere presentata come piatto unico, sicuramente piatto  molto gustoso e saporito.

Fagioli e cozze

Vediamo, passo passo, come si prepara

Ingredienti:

Preparazione:

Metti  a bagno i fagioli almeno 10 ore prima di cuocerli in abbondante acqua fredda.

Il giorno dopo li fai cucinare.

A parte lavate le cozze e fatele cuocere in padella per pochi minuti con dell’olio e del prezzemolo e vino bianco; scolatele e sgusciatele. Tutto il liquido lo filtri e lo tieni da parte.

Quando i fagioli sono quasi cotti aggiungi il liquido di cozze e qualche cozza e a fine cottura frulli e passi a colino…

I germogli che vedete sono di cipollotto.

Un filo d’olio per chiudere il piatto.

Buon appetito!!!

Informazioni:

  • Tempo di preparazione: 30 minuti
  • Tempo di cottura: 60 minuti
  • Tempo totale: 90 minuti

Se la ricetta è stata di tuo gradimento metti mi piace sulla Pagina Facebook del Blog

Torna alla HOME PAGE

Vedi anche

Riso, patate e cozze al forno – Tiella

Gnocchetti di ricotta con cozze e pomodorini

Spaghetti cozze, vongole e tonno

Cozze ripiene

Spaghetti alla chitarra con cozze

Tagliolini con ragù bianco di cozze

Approfondimenti

Le cozze sono prodotti della pesca di origine animale e, in quanto tali, possiedono un buon contenuto di proteine ad alto valore biologico.

D’altro canto, possiedono anche un elevato contenuto di colesterolo che, nel rispetto di quanto menzionato nella descrizione generale del bivalve, potrebbe variare in base al periodo dell’anno (il ciclo riproduttivo dell’animale ne favorisce l’incremento nella carne).

L’apporto in acidi grassi è moderato e il profilo lipidico risulta positivo poiché equamente ripartito tra grassi saturi, monoinsaturi e polinsaturi; sono anche presenti moderate concentrazioni di carboidrati, costituite prevalentemente dal glicogeno dell’animale.

Le cozze vantano un apporto energetico decisamente contenuto.

Non mancano i sali minerali, uno dei quali è presente in quantità eccessive: il sodio.

Questo macro-elemento rende le cozze (soprattutto preparate “in guazzetto” – lavorazione che preserva il contenuto idrico del mollusco ancora chiuso) un prodotto da consumare con moderazione, in particolare nei pazienti con alterazioni metaboliche quali pre-ipertensione o ipertensione conclamata.

Non mancano il potassio e il fosforo ma ciò che caratterizza la carne delle cozze è soprattutto l’elevato apporto in ferro biodisponibile.

Dal punto di vista vitaminico, le cozze contengono buone quantità di tiamina (vit. B1) e niacina (vit. PP), ma si evidenziano anche moderate concentrazioni di vit. A.

Salva

Precedente Colomba di pasqua glassata al cioccolato e mandorle – Rita D. Successivo Coniglietti di pan dolce di Pasqua - Anna M.