Zuppa lombarda per Quanti Modi di Fare e Rifare

Buona domenica! Grande novità nelle cucine dei quanti, da questo mese il consueto appuntamento mensile è spostato alla seconda domenica del mese e alle ore nove. D’ora in poi le cucine dell’allegra brigata ogni seconda domenica del mese avrà virtualmente un piatto uguale per tutte per festeggiare con la propria famiglia e, con la combriccola dei quanti, il giorno di riposo lavorativo.
Ma bando alle ciance passiamo alla ricetta di oggi che è la zuppa lombarda e per codesta ricetta siamo state ospiti da Elena del blog A Pancia Piena dove potete trovare la ricetta originale quella sotto è la personale versione rielaborata in opera di realizzazione.

SAMSUNG CAMERA PICTURESINGREDIENTI:
2 scatole di fagioli borlotti
1 patata media
1 costa di sedano
1 rametto di rosmarino
6 foglie di salvia
mezza cipolla
un mazzetto di prezzemolo tritato
100 gr di pancetta dolce tagliata a dadini
olio evo
sale
PROCEDIMENTO:
Pulire il sedano e la cipolla, lavare il rosmarino e le salvia e tritare il tutto finemente quindi farli rosolate in una capace pentola con la pancetta e 5 cucchiai di olio. Quando la pancetta è ben rosolata unire la patata e farla insaporire brevemente con la pancetta e il soffritto quindi unire circa un litro e mezzo di acqua e regolare di sale, far cuocere per una quarantina di minuti. A questo punto unire i fagioli e cuocere ancora per una quindicina di minuti. Frullare la patata con alcuni cucchiai grandi di fagioli e unirli alla zuppa far amalgamare il tutto alcuni minuti aggiungendo il prezzemolo tritato. Servire la zuppa calda e se lo desiderate date pure una spolverata di formaggio che non ve ne pentirete.
SAMSUNG CAMERA PICTURESQuesta ricetta partecipa a raccolta de QUANTI MODI DI FARE E RIFARE.

definitivoPICCOLO
Appuntamento il 12 ottobre alle ore 9 a con la ricetta Sos Pabassinos del blog Pinkopallino

A presto! Luisa

Print Friendly, PDF & Email
Precedente Insalata di cannellini con tonno e sedano bianco Successivo Sos pabassinos per Quanti Modi di Fare e Rifare

9 thoughts on “Zuppa lombarda per Quanti Modi di Fare e Rifare

  1. Ciao Luisa,
    guarda, la tua zuppa lombarda, è così invitante che abbiamo
    già preso il cucchiaio e adesso prendiamo, come tu suggerisci,
    un po’ di formaggio da spolverare e assaggiamo!
    Brava, brava.
    Un bacio dalle 4 apine

  2. Buongiorno cara Luisa e ben ritrovata!
    Che odorino delizioso c’è oggi nella tua bella cucina, profumo di tradizione, di autunno, di comfort food…..
    Anna e Ornella ti ringraziano di cuore per aver preparato la squisita zuppa lombarda e ti aspettano il 12 ottobre dalla cara Paola del blog Pinkopanino, per fare tutti insieme i suoi deliziosi dolcetti tradizionali sardi Sos Pabassinos!
    Un abbraccio e a presto

    Cuochina

Lascia un commento

*