Pesto di basilico|ricetta tradizionale

Un classico che non poteva mancare nella mia pagina: il Pesto di basilico! L’ estate ci offre tantissime prelibatezza tra le quali il basilico (io ne ho pieno il giardino).Ci sono diversi modi per conservarlo e uno di questi è realizzare appunto un buon pesto. È una ricetta che forse diamo un po’ per scontata ma in realtà per un’ ottima riuscita dev essere ben bilanciata. Su consiglio di un Genovese mi sono appuntata la ricetta e ovviamente la condivido con voi.

  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 0 Minuti
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4
  • Costo: Medio

Ingredienti

  • 60 foglie Basilico
  • 100 ml Olio di oliva
  • 6 cucchiai Parmigiano reggiano (Meglio se stagionato 36 mesi)
  • 2 cucchiai Pecorino
  • 30 g Pinoli
  • 2 spicchi Aglio (Se lo gradite)
  • 1 pizzico Sale

Preparazione

Ricetta Pesto alla Genovese nel frullatore.

  1. Lavate e asciugare bene le foglie di basilico. Aggiungete nel bicchiere del frullatore i formaggi i pinoli il sale e l’ aglio tagliato a metà privo delll’ anima. Flullate ad intermittenza ( in questo modo non si riscaldano le lame)  aggiungendo a filo l’ olio per qualche minuto. Otterrete così una crema omogenea e densa ottima per condire da crudo la pasta. Al momento di condire la pasta, diluite il pesto con qualche cucchiaio di acqua di cottura della medesima e servite.

Ricetta Bymbi

  1. Lavate accuratamente le foglie di basilico e poi mettetele ad asciugare su un panno asciutto e senza ammaccarle troppo. Nel boccale del Bymbi mettete i formaggi, basilico, aglio privo dell’ anima e pinoli, frullate per 20 sec a vel 7.

    Aggiungete l’olio e il sale ed emulsionate per 20 sec a vel 7.  La crema che otterrete è pronta per condire la vostra pasta! Al momento di condire la pasta, diluite il pesto con qualche cucchiaio di acqua di cottura della medesima e servite.

Pesto alla Genovese nel mortaio

  1. Mettete nel mortaio (meglio se di marmo) le foglioline lavate e asciugate è il sale, pestate con dei movimenti rotatori finché non otterrete una polpa. Unite adesso i restanti ingredienti sempre pestando il tutto fino ad ottenere un altro crema omogenea. La crema che otterrete è pronta per condire la vostra pasta! Al momento di condire la pasta, diluite il pesto con qualche cucchiaio di acqua di cottura della medesima e servite.

Note

Il Pesto alla Genovese si può conservare in vasetti (sterilizzati) con chiusura ermetica per qualche giorno. Se ne utilizzerete un po’ per volta ricoprite sempre il pesto aggiungendo dell’ olio in superficie.

Potete anche usare dei vasetti più piccoli (tipo quelli degli omogenizzati) e congelare il vostro pesto già in monoporzioni.

/ 5
Grazie per aver votato!
Precedente Pomodorini al naturale|ricetta semplice Successivo Torta fredda allo yogurt|ricetta semplice senza forno

Lascia un commento