Lifferia. Forse qualcuno si chiederà cosa vuol dire, in particolare se non si è di Reggio Emilia e zone limitrofe.

Probabilmente un termine così intenso non esiste in tutto il dizionario italiano, così nella mia terra, non ci siamo persi d’animo e l’abbiamo inventato: è molto più che un cibo delizioso, ben oltre la sfiziosa golosità; una lifferia è un alimento di fronte al quale non si sa resistere.

Lifferia, dunque, è diventato il nome di questo mio spazio: qualcosa di meglio di un quaderno o dei mille foglietti che attacco al frigorifero o alla porta della cucina, in modo che i miei appunti non possano andare persi facilmente, in cui annotare le vicende del conturbante matrimonio tra la travolgente passione per i fornelli e il romantico amore per le mie radici e la mia terra, con la frizzante curiosità e l’eclettica voglia di sperimentare.

Lifferia è un contenitore di ricette e consigli, un diario di bordo della mia cucina, nella quale, senza pretese di essere una professionista e senza sovrastimarmi, trascorro umilmente il mio tempo libero rilassandomi e divertendomi, per la gioia del Socio liffo, il mio compagno che spesso farà capolino nei miei articoli.

Lifferia è un collage di frammenti di quotidianità in cucina di una emiliana qualsiasi. Con una spolverata di zucchero a velo. :-)

Buona lettura.

•••••

Se hai domande o richieste, critiche o consigli per migliorare la Lifferia, clicca sull’immagine qui sotto per contattarmi:

Lifferia

•••••

Credits

Un sentito ringraziamento a Silvia di Cuochi per passione per aver realizzato per la Lifferia l’icon set per i social.

•••••

Note legali

Tutti i testi, le immagini ed altri contenuti multimediali presenti in questo sito web, ove non espressamente indicato, sono di proprietà esclusiva di lifferia e sono protetti ai sensi delle vigenti normative in materia di diritto d’autore. Sono vietati l’uso per fini commerciali, la riproduzione, la modifica e la manipolazione, su qualsiasi mezzo di comunicazione senza il consenso dell’autore. La violazione del diritto d’autore è un reato ed è perseguibile legalmente.

Questo blog non rappresenta una testata giornalistica, in quanto aggiornato senza nessuna periodicità, pertanto non può essere considerato un prodotto editoriale ai sensi delle vigenti normative.

Il presente blog offre la possibilità di interazione mediante commento degli articoli e attraverso le opportunità proposte tramite i canali social network, quali, a titolo esemplificativo ma non limitativo, Facebook, Twitter, Pinterest, Google+. E’ severamente vietato ogni tipo di commento con contenuti a scopo razzista, diffamatorio, propagandista, pornografico o pedopornografico, violento, di incitamento all’odio o alla violazione delle leggi vigenti. Lifferia si riserva il diritto di non pubblicare o cancellare interventi di questo tipo, tuttavia non si ritiene responsabile del contenuto inserito nel blog dai suoi utenti. Il blog può contenere riferimenti a siti di terze parti, che non sono posti sotto il controllo di Lifferia e, pertanto, non sono sotto alla sua responsabilità.

8 comments on “Cos’è la lifferia?”

    • Allora non sarà di sicuro un caso, Franca! È sicuramente interessante scoprire le varianti locali di questo termine… grazie per avermi svelato questa testimonianza tutta siciliana!

      A presto,
      Deborah

  1. Volevo domandartelo, poi ho scoperto il post delle origini. Quindi si pronuncia con l’accento sulla seconda i, tipo sciccherìa?
    Pensavo fosse un neologismo che ti eri inventata per questo blog. Io sono nato nella bassa padana (in Lombardia), ho (avevo) anche degli amici piacentini, ma questa parola mi mancava.
    ..E da quanto ho capito manca pochissimo al termine, in bocca al lupo Deborah!
    Ciao Mario

    • Ciao Mario! Esatto, accento sulla seconda i!
      Non so esattamente quanto e come si estenda l’uso di questo termine: ti so dire che, oltre che a Reggio Emilia, so che è usato anche a Modena e Parma; sarebbe sicuramente curioso scoprire qualcosa in più della sua estensione e, magari, anche delle origini di questo termine. :)

      Il termine è vicinissimo: un paio di settimane (almeno in teoria)… Crepi il lupo! :)

      A presto,
      Deborah

  2. Sono di Reggio, trapiantata in liguria da piccola, ma certi sapori, certi odori e certi nomi restano nel cuore. Festeggio 50 anni e voglio fare la torta di riso di mia mamma, grazie per questo tuffo nel passato!

    • Grazie Gabriella, ne sono contentissima. A breve partirà un nuovo servizio che ti permetterà di essere subito aggiornata sulle ultime novità.
      Passa a trovarci presto e seguici anche su Facebook, dove ogni potrai trovare tante idee carine.
      A presto! :)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*