Mamma in attesa…??Ecco cosa mangiare!

“Secondo gli esperti l’alimentazione in gravidanza deve essere varia senza che sia vietato a priori alcun alimento. È bene però, come premesso, assumere una corretta quantità di calorie e fare una scelta qualitativa degli alimenti. Gli zuccheri complessi (pane, pasta, riso, cereali, legumi) devono essere preferiti a quelli semplici (dolci, bibite), è meglio però limitare il consumo di cereali molto raffinati, dando la preferenza ad alimenti integrali, che oltre a dare un maggior senso di sazietà, facilitano le funzioni intestinali, migliorano l’equilibrio glicemico, rallentano l’assorbimento di colesterolo e ne aumentano l’eliminazione. Può essere utile includere nella dieta le proteine, preziose per l’accrescimento fetale: carne (meglio quella bianca), pesce, uova, soia, latte, formaggi e legumi. Le carni apportano proteine nobili, ferro e vitamine. Sono da preferire quelle magre tipo vitello, vitellone, manzo magro, pollo, tacchino, coniglio, maiale magro, cucinate alla griglia o al forno o tipo scaloppine o in umido. Tra i pesci meglio quelli magri tipo sogliola, merluzzo, nasello, trota. Evitare invece i pesci conservati sott’olio o in salamoia e limitare il consumo di molluschi o crostacei in quanto ricchi di colesterolo e sodio. Le uova, ricche di proteine nobili, vitamine (A, B1, B2) e di sali minerali (ferro, potassio, zolfo, magnesio), dovrebbero essere cucinate alla coque o in frittata cotta al forno e senza condimenti. Quanto ai latticini sono indispensabili per il loro contenuto in calcio, se il latte non dovesse essere tollerato è possibile consumare lo yogurt che ha analogo valore nutrizionale mentre tra i formaggi sono preferibili quelli freschi tipo mozzarella, ricotta vaccina magra, crescenza. Si tratta di alimenti comunque anche ricchi di grassi, non bisogna perciò abusarne. Come condimento è meglio l’olio extravergine di oliva mentre il consumo di burro e margarine deve essere ridotto al minimo. Frutta e verdura, anche cotta, possono essere assunte in qualsiasi momento della giornata, come bevanda è suggerita l’acqua oligominerale naturale, bevuta in modica quantità durante i pasti e molta fuori pasto.

E se una dieta libera e varia non bastasse? Un problema per esempio riguarda la riduzione del contenuto vitaminico alimentare legato alla cottura dei cibi, oltre che alla loro conservazione. Perciò trattandosi di sostanze non prodotte dall’organismo ma fornite dall’esterno, si deve far ricorso in molti casi alla supplementazione vitaminica. In particolare la gravidanza raddoppia il fabbisogno di acido folico (vitamina B9), utile per la crescita del feto e per la prevenzione dei difetti del tubo neurale (ossia malformazioni del sistema nervoso centrale). Sono particolarmente ricche di acido folico le verdure a foglia verde (es. insalata, spinaci, broccoli), il fegato, alcuni tipi di frutta, il lievito, il latte e i cereali. Un’alimentazione completa ed equilibrata è in genere sufficiente a fornire il fabbisogno quotidiano. Di norma però durante la gravidanza è indicata l’assunzione quotidiana di una compressa di acido folico, dal periodo preconcezionale fino alla sedicesima settimana. Infine è necessario un apporto aggiuntivo di sali minerali come calcio, ferro, magnesio e potassio. In particolare durante la gravidanza si aggiunge una dose supplementare di ferro, essenziale nel trasporto dell’ossigeno attraverso i globuli rossi, per giungere al momento del parto senza problemi di anemia. Uno stato anemico, infatti, potrebbe essere aggravato dalla perdita di sangue dopo il parto. E le vegetariane? Il discorso non cambia. L’aumentato fabbisogno proteico si può compensare con i legumi, mentre il ferro si introduce con alimenti come ceci, lenticchie e spinaci. Il punto resta sempre seguire un’alimentazione ricca e varia, con verdure ma anche con latticini, uova e cereali.”

Dopo questa e lunga premessa vi chiederete se sono impazzita o incinta???!! nulla di tutto questo , questo lungo e completo articolo è il risulto di un bel consiglio suggerito dalla Ditta Ecobioshopping di Reggio Emilia una ditta realmente sensibile per l’ambiente , mia collaborazione già da tempo.
Il mio compito era assemblare un sano pasto per le dolci mamme in attesa.Mi è sembrata subito un’ottima e originale idea !!

Ecco la mia proposta completa  primaverile -estiva per 2 persone naturalmente da abbinare con un buon panino magari fatto in casa con delle ottime farine!

Tutte le pietanze sono sopra gli ecologici e raffinati piatti dell’Azienda  Ecobioshopping !!

 

Antipasto:Grok in crosta

Ingredienti:

Grok in crosta


1 sacchetto gusto cereali di Grok
200 gr. di farina manitoba dei Molini Rosignoli
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
105 ml. di acqua calda (anche di più se serve)
1 cucchiaino di sale fino
Procedimento:
Mettere nell’impasatrice tutti gli ingredienti e a velocità bassa faccio impastare tutti gli ingredienti in modo tale che il risultato finale sia abbastanza elastico e dunque modellabile (7 minuti circa ma se fate a mano ve ne serviranno 15 minuti).Fate con un po’ di fantasia delle rondelline con dentro un Grok o magari delle piccole caramelle o dei fiori sempre con in centro un Grok!
Infornare per circa 12 minuti a forno ventilato a 180°fino a una leggera doratura.

Primo:Gnocchi di ricotta  pomodoro-basilico

Gnocchi di ricotta al pomodoro

Ingredienti: Per 2 persone
250 gr.di ricotta freschissima
125 gr .di farina per pasta fresca e gnocchi del Molino Rosignoli + quella per la lavorazione
1 uova
75 gr.di Parmigiano o grana
Un  pizzico di noce moscata della ditta Tec-Al
Sale (q.b)

Per il sughetto semplice al basilico:

1 cipolla media
2-3 cucchiai di olio extravergine
600 gr. di pomodori freschi
2-3 foglie di basilico fresco
Procedimento :
Assemblare tutti gli ingredienti in una grande ciotola  formando un impasto morbido poi assottigliare l’impasto in  piccoli tubetti con le mani con abbondante farina su un tavolo da lavoro infine tagliarli con una rondella da pasta a circa 1 cm. per formare poi tanti  gnocchi morbidi.

Sbollentate i pomodori in acqua bollente per qualche minuti ,passarli al passa-verdure e nel frattempo tagliate finemente la cipolla e versatela in una padella con l’olio cuocere per pochi minuti e poi aggiungere la passata fresca di pomodori.cuocere per circa 15 minuti a fuoco basso e aggiungere negli ultimi minuti anche qualche foglia di basilico fresco.

Cuocere in acqua bollente i gnocchi.Saranno cotti quando li vedete salire in superficie.Scolarli e ripassate i gnocchi qualche minuto in padella con il sugo di pomodoro e guarnite con una foglia di basilico.

Secondo:Straccetti di pollo gustosi

Ingredienti :

Straccetti di pollo gustosi


Per 2 persone
350 gr. di petto di pollo a fette
100 gr. di ceci in scatola già lessati
qualche foglia di lattuga
4-5 pomodorini (tipo pachino)
1/3 di bicchiere di Vinchef o vino bianco
olio extravergine
1 carota tagliata a striscioline sottili
Panure:
100 gr.pangrattato
50 gr.di Parmigiano grattugiato
1 rametto di aghi di rosmarino tagliato a coltello
1 spicchio d’aglio tagliato a coltello
4 cucchiai di olio extravergine
sale e pepe
Procedimento:
Unire tutti gli ingredienti della panure, tagliando con il coltello su un tagliere il rosmarino e l’aglio fini fini ed infine versarvi ii petto di pollo tagliato a fettine sottili di circa mezzo centimetro e mescolare bene,affinchè tutte le fettine siano belle impanate.
In una padella con un po’ di olio extravergine cuocere per circa 15 minuti le striscioline di petto di pollo fino a dorarle continuando la cottura con il vino bianco.Tagliare anche i pomodorini in quarti e scolare bene i ceci.
In una ciotola versare il petto di pollo,i pomodorini,i ceci scolati bene e una parte di carote tagliate a “giulienne” (piccoli fiammiferi)e condite eventualmente con altro sale e un pochino di olio e aromi a piacimento.
Impiattare decorando con foglie di lattuga nel fondo e i bastoncini di carota rimasta disposti a corona.

Dolce:Budino con frutta fresca

Ingredienti:per persona

Budino con frutta fresca

fiocchi d’avena 40 gr.
latte  fresco 200 ml.
2 cucchiai di miele
riso soffiato
gocce di frutta (frutta di bosco)
2-3 fragole fresche
Procedimento:
Portare a bollore il latte , con l’aiuto di una frusta incorporare i fiocchi d’avena e mescolare fino alla giusta consistenza.
Condire con miele e  grani di riso soffiato accompagnare con fragole o frutta fresca e gocce di frutta  per un gradevole dolce  leggero di fine pasto.

E… mammine in attesa :il pranzetto è servito con la gentile collaborazione degli ecolocici piatti di Ecobioshopping e uno speciale ringraziamento va alla loro capace ed esperta Chiara che mi ha assemblato tutte le mie foto come potete ammirare in quella grande,stupenda foto centrale con ciucci ,coniglietti e  trenini!!!W le neomamme!!!
Se qualche mammina passa di qua vorrei sapere se le  piace ..o anche se non
naturalmente !!!Commentate,commentate pure!!

 

Precedente Segnaposti pasquali:le “nostre”idee! Successivo Carciofi "a modo mio"!

Un commento su “Mamma in attesa…??Ecco cosa mangiare!

Lascia un commento