Finger food prezioso: cubi di carnaroli con salsa di escargots….

Cubi di carnaroli
Cubi di carnaroli

No, non fate gli snob… ma se non avessi scritto escargots avreste storto il naso! Invece sono lumache italiane che anche Maxim di Parigi ci invidia ed ha comprato a Cantalupo. Questo è un fantastico finger food, aperitivo o a vostra fantasia sappiate che è stupefacente…crea dipendenza!

Ingredienti

  • riso carnaroli gr 360
  • cipolla bianca di Chioggia
  • brodo vegetale q.b.
  • vino bianco secco
  • zafferano Re dei Re in stimmi
  • un mazzetto di finocchietto selvatico
  • parmigiano reggiano
  • mozzarella di bufala
  • sale
  • pangrattato
  • 2 uova
  • farina q.b.
  • olio per friggere
  • salsa di lumache di Cantalupo

Chi mi segue già sa che frequento diverse degustazioni alla ricerca di tesori del nostro territorio. In più di un evento ho trovato la salsa di lumache di Cantalupo che trovo meravigliosa. Riflettete solo un attimo a quanto è più prezioso un ragù di lumaca rispetto a uno di un bovino…. se non altro per dimensione! Le proprietà organolettiche e nutritive sono stupefacenti ma non mi voglio tacciare di essere una maestrina e chi è interessato può sicuramente trovare dei riferimenti sui link a cui mi sono collegata.

Ho voluto pensare qualcosa di gustoso che potesse accompagnare questa salsa antica in una versione un po’ più moderna da finger food.

Durante una delle manifestazioni di Risate e Risotti ho avuto il piacere di partecipare ad un corso di cucina dello chef mediterraneo (nonché siciliano) Marcello Valentino che ci insegnò i segreti del suo riso fritto. Ispirandomi con molta umiltà ai suoi insegnamenti ho pensato questo piatto che ha riscosso moltissimo successo tra i miei commensali.

Con un po’ di anticipo si prepara un risotto piuttosto classico. Si brasa la cipolla con l’olio e il vino, poi si tosta il riso, quindi si porta in cottura con del brodo vegetale, si sala e si dispone in una ciotola. A questo punto unite un trito abbondante di finocchietto selvatico, due manciate generose di parmigiano grattugiato, lo zafferano in stimmi, della mozzarella di bufala sfilacciata e salate.

Foderate uno stampo rotondo con della pellicola trasparente e poi versate il riso ottenendo uno strato alto circa 2 cm. Fate raffreddare. Tagliate il riso ottenendo dei cubetti di circa 2 cm x 2 cm. Passateli nella farina, nell’uovo e poi nel pangrattato. Friggeteli in abbondante olio.

Scaldate la salsa di lumache di Cantalupo, versate un cucchiaino su ogni cubetto e decorate con un ciuffo di finocchietto selvatico. Abbinerei questo piatto ad un Rosso di Montepulciano ma la mia amica Federica Christine Marzoli è libera di darmi un suggerimento più adatto…. visto che grazie a lei ho scoperto questa prelibatezza tutta italiana presente in diversi eventi de “La degustazione”! Buon appetito!

Cubi 310460206_10203071072992087_1670024340808387197_n 10489655_10203071073552101_3781776352729985392_n

Print Friendly, PDF & Email
Be Sociable, Share!
Precedente Ricciola affumicata con mozzarella di bufala Successivo Mangialonga Picena...un'avventura che appaga tutti i sensi