Biscottini siciliani ai due gusti

Banner codice Sabrina Giorgi Biscottini siciliani ai due gusti

Care amichette cuochette,

Oggi vi propongo i biscottini siciliani ai due gusti, una ricetta tipica che arriva da Gioia del Colle .

Sono dei biscottini davvero deliziosi, leggermente croccanti fuori e morbidissimi dentro, ideali da servire per merenda con una tazza di tè bollente oppure da gustare in qualsiasi momento della giornata per togliere quel leggero languorino che spesso avvertiamo. Uno tira l’altro è non saprei dire qual’è il più buono perché sono entrambi squisiti.

Allora vediamo insieme come preparare i biscottini siciliani ai due gusti.

INGREDIENTI :

per i biscotti alle mandorle

  • 500 gr di mandorle
  • 500 gr di zucchero
  • 2 mandorle amare
  • 2 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 1/limone non trattato
  • Farina qb

per i biscotti al pistacchio

  • 500 gr di pistacchi
  • 500 gr di zucchero
  • 2 uova
  • 1 bustina di vanillina
  • 1/limone non trattato

PROCEDIMENTO :

  1. Lavare e grattuggiare la buccia del limone e lasciare da parte.
  2. Scottare per un minuto in acqua bollente le mandorle, anche quelle amare.
  3. Scolare poco per volta le mandorle in modo da mantenerle sempre calde e spelarle poi asciugarle molto bene e tritarle finemente.
  4. Mescolare il trito di mandorle con 450 gr di zucchero poi unire le uova, la vanillina, la buccia del limone e lavorare bene fino ad ottenere un composto omogeneo.
  5. Ricavare dall’impasto tante palline grandi come una noce poi passarle nello zucchero rimasto e disporle su una placca da forno rivestita con l’apposita carta e cuocere a 180 gradi per circa 20 minuti.
  6. Togliere i biscottini dal forno, lasciarli raffreddare e poi conservarli in un contenitore ermetico.
  7. Preparate poi i biscotti al pistacchio praticamente allo stesso modo, unica differenza è quella di tritare i pistacchi grossolanamente in modo da sentire poi sotto i denti i pezzettini golosissimi.

Consigli:

Le mandorle amare danno un sapore molto particolare però non dovete esagerare con la quantità perché potrebbero essere tossiche quindi rispettate la dose consigliata. Se non avete tempo e voglia di pelare le mandorle potete acquistare in commercio quelle già senza pelle. Addirittura potreste prendere direttamente la farina di mandorle e a parte tritate solamente quelle amare.

Precedente Insalata mista in cialda di parmigiano Successivo Frittata di riso