Capesante gratinate ai gamberetti

Le capesante gratinate ai gamberetti sono un piatto scenografico e di grande effetto, perfetto per un giorno di festa e per stupire i tuoi ospiti.

 Ormai siamo tutti in fibrillazione per il menù di Natale… dici la verità, quanti siti, blog, articoli stai leggendo per mettere a punto la cena ed il pranzo perfetti?

Ti capisco perché anche io ho già iniziato, con largo anticipo direi, a prepararmi al Natale.

Solitamente, come già ti ho detto più volte, non sono il tipo da piatti tradizionali anzi ogni anno approfittiamo delle festività per preparare sempre qualcosa di diverso.

Questa potrebbe essere un’idea carina da servire come antipasto la sera della Vigilia. Un modo facilissimo per presentare un piatto che ti farà fare sicuramente una bellissima figura.

Vediamo insieme come fare.

Capesante gratinate ai gamberetti

Ingredienti per 4 persone

4 capesante

500 ml di latte

50 gr di farina

1 noce di burro

noce moscata

200 gr di gamberetti

sale

Per prima cosa puliamo le capesante, togliamo la parte interna e sciacquiamo bene guscio e frutto interno.

Asciughiamo entrambi con carta assorbente e mettiamoli su una teglia coperta da carta alluminio ricomponendo la capasanta.

capesante

In un pentolino mettiamo la farina e pian piano aggiungiamo il latte senza far formare grumi, quando avremo una pastella liscia possiamo aggiungere il resto del latte in un colpo solo.

Facciamo cuocere la nostra besciamella fino a che si sarà rassodata. Saliamola, mettiamo la noce di burro, la noce moscata e amalgamiamo bene il tutto.

In un padellno antiaderente mettiamo i gamberetti precedentemente lavati e privati del filo intestinale e portiamoli a cottura eventualmente aggiungendo un goccio di vino.

Una volta cotti i gamberetti tagliamoli a pezzettini piccoli ed amalgamiamoli alla besciamella.

Versiamo la besciamella ai gamberetti sulle nostre capesante pulite.

Trucchetto : se le capesante non dovessero mantenersi in posizione perfettamente orizzontale crea con la carta alluminio una sorta di appoggio in modo tale da dare stabilità al guscio. Come vedi nella foto anche io ho creato una sorta di “zeppa” altrimenti il guscio, inclinandosi e non avendo stabilità, potrebbe far rovesciare la besciamella.

capesante2

Cospargiamo la besciamella con fiocchettini di burro ed inforniamo a 180° in forno ventilato per almeno 10/15 minuti. Le nostre capesante saranno pronte quando vedrai la gratinatura della besciamella.

Serviamole calde.

Spero che questa ricetta ti sia piaciuta.

Ti aspetto al prossimo aggiornamento.

Federica.

Ti potrebbero anche interessare.

Barchette di zucchine con polpa di granchio e mela verde

Mini crostatine salate

Mini muffin salati in 10 minuti

capesante3 capesante4

Precedente Pandoro con lievito di birra Successivo Riccioli alla liquirizia con gamberetti e salmone al profumo d'arancia