Panzerotti

I panzerotti sono una specialità gastronomica da rosticceria a mezzaluna che viene fritto, tipico del sud Italia.

Il termine “panzerotto” deriva dalla sua forma durante la cottura, simile ad una pancia gonfia.

I panzerotti si stendono in forma circolare e si farciscono con pomodoro e mozzarella, volendo aggiungendo anche del prosciutto cotto e si chiudono a mezzaluna.

Io li farcisco anche con acciughe e tanta mozzarella senza pomodoro…. sono una vera prelibatezza! 😛

Durante la chiusura, bisogna fare attenzione a non bagnare col condimento i bordi, altrimenti durante la frittura si possono aprire e fuoriuscire il condimento.

Volendo, si possono pure cuocere in forno, anche se per me, non sono la stessa cosa.

Se volete organizzare una cena con amici sono l’ideali accompagnati da un ottima birra fresca!

Per i miei panzerotti ho usato i seguenti ingredienti:

  • 1 kg di farina di semola rimacinata
  • 10 gr di lievito di birra fresco o secco
  • 10 gr di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 300 ml di acqua tiepida
  • 250 ml di latte intero tiepido
  • 2 cucchiai di olio EVO
  • 1 lt di olio di semi per friggere

Procedimento:

Se avete una planetaria potete eseguire l’impasto versando la farina, l’acqua, una parte del latte, il rimanente ci sciogliete il lievito che andrete ad aggiungere per ultimo.

Inserite il sale, il cucchiaino di zucchero, i cucchiai di olio EVO ed azionate il programma per impastare per qualche minuto, aggiungendo poi il lievito disciolto nel latte.

Io nel mio robot da cucina ho il programma per la lievitazione a 30°, per cui ho lasciato l’impasto all’interno per 2 ore.

Voi in mancanza, riponete l’impasto in una ciotola ben coperta e posizionatelo nel forno con lucina accesa che da una temperatura di 30°.

Trascorse le due ore, riprendete l’impasto e formate delle palline di circa 80 -100 gr e mettetele su una spianatoia leggermente spolverata di farina, ricoprendo le palline con una tovaglia da cucina e lasciarle lievitare per un’altra ora.

Terminato il tempo di lievitazione, si possono stendere e farcire a piacimento, facendo attenzione a sigillarli bene.

Mettete sul fuoco la padella con dell‘olio di semi , e quando l’olio è bollente, iniziate a friggere.

Vedrete che i panzerotti, dal fondo saliranno e si gonfieranno come dei palloncini, e una volta dorati da entrambi i lati, toglieteli e metteteli ad asciugare l’olio in eccesso su carta assorbente.

La frittura dei panzerotti sarà asciutta,fragrante al suo esterno e soffice e filante nel suo interno 😛

I panzerotti è preferibile mangiarli caldi, per assaporarli al meglio.

Se hai gradito la mia ricetta, dai un occhiata alla homepage oppure puoi seguirmi sulla mia pagina facebook.