Crea sito

GELATO AL MELONE Fatto in Casa

Cremoso e Golosissimo: gelato al melone fatto in casa, un gelato cremoso che si prepara con pochi e semplici ingredienti! Non è il tipico gelato ghiacciato come fosse un sorbetto, ma un gelato così cremoso che si scioglie in bocca: tutto il sapore del melone fresco in un gelato da leccarsi i baff! Se amate i gelati alla frutta non potete perdervi il gelato gusto melone senza uova e senza gelatiera: non ghiaccia in freezer e resta cremoso al morso. Adoro il gelato al melone, è tra i miei gusti preferiti assieme al gelato al cocco!

Per realizzare il gelato al melone serviranno: melone, latte fresco, zucchero e panna montata. Si procede esattamente come per ogni altro gelato fatto in casa, tutti freschi e cremosi. La cottura del latte e dello zucchero impedirà al gelato di cristallizzarsi e ghiacciarsi in freezer, conservando la cremosità a lungo, grazie anche alla polpa di melone che dona un profumo incredibile, una bontà unica! Una ricetta perfetta per preparare in casa il gelato al melone senza gelatiera in poche mosse, senza stress: in estate è d’obbligo fare in casa, sopratutto per i bambini che richiedono spesso gelato anche a merenda! Cosa c’è di meglio di un gelato alla frutta fresca da fare con pochissimi ingredienti?

Per questa ricetta è preferibile usare il melone retato con fetta ma vanno benissimo anche altre tipologie di melone come quello liscio o retato senza fetta: la polpe del melone avrà in ogni caso un gusto intenso che donerà sapore al gelato.

Ora non vi resta che leggere la ricetta, fatemi sapere se vi è piaciuta. Alla prossima, Ivana.

Iscriviti al Gruppo Facebook di Studenti ai Fornelli
Seguimi su Pinterest per trovare facilmente le ricette

ricetta gelato al melone fatto in casa cremoso ricetta dolce estivo copia
  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura5 Minuti
  • Porzioni800 g di Gelato
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

Con queste dosi otterrete circa 800 g di gelato al melone.

Gelato al Melone

  • 200 mllatte fresco (intero o parzialmente scremato)
  • 120 gzucchero semolato
  • 300 mlpanna da montare
  • 300 gmelone (peso già pulito)

Preparazione

Senza gelatiera: ecco come fare il gelato al melone in poche mosse.

COME FARE IL GELATO AL MELONE

  1. In un pentolino miscelate il latte con lo zucchero e portate sul piano cottura: fate scaldare fino a che non raggiunge il bollore. Appena vedete le prime bollicine potete spegnere e togliere dal piano cottura. Fate intiepidire poi riponete in frigorifero a raffreddare.

  2. Pulite il melone, tagliandolo a fette ed eliminando buccia e semi. Ricavate 300 g di polpa di melone, tagliatela a pezzettini e mettetela in un mixer: riducetela in purea, senza frullarla riducendola in liquido.

  3. Tenete da parte la polpa di melone, conservandola in frigo. Nel frattempo, montate la panna a neve ben ferma (tenete il brick in frigo per almeno 3 ore prima di montarla). A questo punto, estraete il latte dal frigorifero e aggiungete la polpa di melone, mescolando bene.

  4. Poi unite la panna montata, poco alla volta, incorporandola con una spatola per evitare che si smonti. Versate il composto in una ciotola di acciaio (preferibilmente, tenetela in freezer prima di usarla) oppure una ciotola o contenitore con coperchio.

  5. gelato al melone fatto in casa

    Coprite con coperchio e riponetelo in freezer per 30 minuti, poi rimestatelo velocemente con un cucchiaio e riponetelo nuovamente in freezer. Ripetete questo passaggio per altre 3 volte e poi lasciate il gelato per una notte intero in freezer.

  6. Prima di servirlo è preferibile tenere il gelato al melone a temperatura ambiente per circa 10 minuti: sarà cremoso e golosissimo!

CONSIGLI

Il gelato al melone si conserva in un contenitore con coperchio in freezer per 2 settimane.

ASPETTA! PROVA ANCHE..

4,8 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.