Pollo Cif e Ciaf Abruzzese

Pollo Cif e Ciaf Abruzzese
 
Lanciano 1960
Piccoli e colorati fiorellini sbucavano timidi dal terreno, che terminato l’inverno, aspettava d’esser lavorato e coltivato per la primavera che era alle porte.
 
Gaia sentiva già l’odore dell’erba falciata e la terra smossa dal trattore del papà, questo era il suo periodo preferito, quando tutta la natura prendeva di nuovo vita, dopo il lungo letargo del duro inverno appena trascorso.
 
Osservava assorta il panorama dalla finestra della cucina, il sole di mezzogiorno splendeva alto nel cielo senza nuvole e la sua mamma, Rita, si affaccendava nell’ultimare la cottura del suo piatto preferito: Il Pollo Cif e Ciaf Abruzzese, una squisitezza, che poteva essere preparato anche col maiale o l’agnello secondo il periodo.
 
“Gaia, vai a preparare la tavola prima che salga tuo padre, sai che a quest’ora vuole mangiare, non farmelo sentire su!”. La ragazza ubbidì subito, suo padre era un uomo molto duro e severo e poiché lavorava davvero tanto nei campi, lei e sua madre erano ben felici di servirlo nel migliore dei modi.
 
Quando si furono accomodati tutti in tavola, recitata la preghiera di ringraziamento per il cibo di quel giorno, iniziarono a gustare il pollo accompagnato dal pane sfornato poche ore prima: “Mamma, quand’è che mi dirai la tua favolosa ricetta per questo Pollo Cif e Ciaf Abruzzese?”. Gaia era molto curiosa dei segreti culinari di sua madre che difficilmente condivideva.
 
Rita sorrise alla sua bambina curiosa che stava crescendo in fretta, le svelò allora l’antica ricetta: “Bene ti dirò la mia ricetta e bada che la prossima volta la farai tu: Pollo spezzato, olio, aglio in camicia, alloro, rosmarino, vino bianco, pomodorini, sale, pepe e acqua. Se saprai farlo a dovere farai l’invidia delle amiche e felice il tuo futuro marito.” E così dicendo le fece l’occhiolino.
 
Finalmente, la ricetta di mamma Rita è stata svelata … non resta che esser preparata e mangiata!
 
Cosa aspettiamo? Accendiamo i fuochi, si parte!

Guarda anche: Patate maritate abruzzesi e Pizza ripiena di Lanciano

Seguitemi per essere sempre aggiornati su: facebook e instagram

Pollo Cif e Ciaf Abruzzese
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura40 Minuti
  • Porzioni2
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 600 gpollo (a pezzi)
  • 1 spicchioaglio (due se sono piccoli, in camicia)
  • 1 bicchierevino bianco
  • 6pomodorini (medi)
  • 2 fogliealloro
  • 1 ramettorosmarino
  • 17pepe nero in grani (chicchi)
  • 1 bicchiereacqua
  • 1 cucchiainosale (abbondante)
  • 3 cucchiaiolio extravergine d’oliva

Procedimento

  1. Per iniziare la ricetta del Pollo Cif e Ciaf Abruzzese, versare l’olio d’oliva in una padella antiaderente con l’aglio in camicia e un pizzico di rosmarino fresco tritato finemente, lasciar scaldare l’olio e rosolare per un minuto.

    Aggiungere il pollo in pezzi (si può acquistare già tagliato al banco frigo oppure farlo tagliare dal macellaio), e farlo rosolare con il coperchio per qualche minuto a fiamma medio alta, affinché si rosoli e la pelle inizia ad imbrunire.

  2. Sfumare con il vino bianco e lasciar evaporare tutto l’alcol a fiamma vivace, quando avrà rosolato ancora qualche minuto, aggiungere l’alloro e il resto del rosmarino tritato lasciandolo insaporire chiuso con coperchio.

  3. Pollo Cif e Ciaf Abruzzese

    A questo punto si possono aggiungere i restanti ingredienti: Pomodorini tagliati in pezzi, l’acqua, il sale e il pepe in grani, chiudere con coperchio e lasciar cuocere per circa 25 minuti a fiamma media.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.