Scaloppine di maiale alla mediterranea

Ciao a tutti! Eccomi qui a proporvi un’altra ricetta, sempre all’insegna della semplicità, senza rinunciare al gusto ma veloce da preparare. Come sapete, amo i sapori semplici, gli ingredienti locali e realizzare ricette con pochi ingredienti, per esaltare il gusto dei prodotti buoni e genuini. Oggi vi propongo un secondo piatto che offre il suo meglio d’estate: sono le Scaloppine di maiale alla mediterranea, con tanto sugo e tanto origano. Piatto estivo perché fare il sugo coi pomodori in stagione è tutta un’altra cosa. Ma non preoccupatevi: se non avete tempo, voglia o i pomodori da sugo non sono più in stagione, utilizzate quelli pelati in scatola. Se ne trovano di ottimi, che sembrano quelli che faceva nonna, quindi non demordete e preparatevi una bella padellata di queste scaloppine di maiale piene di profumo, le amerete!

Scaloppine di maiale

Ingredienti per 4 porzioni di Scaloppine di maiale alla mediterranea:

  • 12 fettine di maiale (almeno),
  • 1 kg di pomodori da sugo freschi (tipo san marzano) o un barattolo grande di pelati (800 g),
  • 1 cipolla dorata piccola,
  • abbondante origano fresco,
  • q.b. farina bianca, olio evo, sale.

Per poter portare in tavola queste profumatissime scaloppine di maiale, la prima cosa da fare naturalmente è preparare la salsa di pomodoro. Se decidete di utilizzare i pomodori freschi, li dovrete sbollentare un pochino prima di passarli in padella, perché vanno spellati.

Ecco come preparare i pomodori freschi per le nostre scaloppine di maiale alla mediterranea: per prima cosa mettete sul fuoco abbondante acqua in una pentola capiente e cominciate a preparare i pomodori, lavandoli e facendo una piccola incisione a “x” con la punta di un coltello alla base di ciascun pomodoro. Mettete i pomodori in pentola quando l’acqua arriva a bollore e lasciateli per circa 1 minuto. Trascorso il tempo, scolateli dall’acqua e fateli raffreddare un pochino, finché non riuscirete a spellarli.

Una volta pronti i pomodori, eccovi pronti per preparare la ricetta di oggi. I pomodori vanno tagliati a dadini, la grandezza decidetela voi, ma vi consiglio di farli piuttosto piccoli perché il sugo per le scaloppine di maiale cuocerà prima e verrà comunque corposo. Non vi consiglio di passarli al setaccio o col passaverdure perché verrebbe una salsa, a meno che non vi piaccia un sugo liscio! Io preferisco che si senta ancora la consistenza del pomodoro, che il sugo venga come “grumoso”, polposo insomma.

Prima di mettere in padella i pomodori, bisogna far imbiondire la cipolla, che va tritata finissima. Io la faccio dorare leggermente nell’olio extravergine d’oliva, poi abbasso la fiamma e la faccio ammorbidire lentamente, magari aggiungendo un pochino d’acqua per non farla bruciare e coprendola con un coperchio per accelerare il procedimento.

Quando la cipolla è morbida, aggiungo i pomodori pelati tagliati a piccoli dadini, mescolo per bene, regolo di sale e faccio cuocere a fuoco dolce per una decina di minuti. Assaggio a metà cottura per eventualmente regolare il sale e “correggere” l’acidità aggiungendo una punta di cucchiaino di zucchero. A metà cottura aggiungo anche abbondante origano: se avete quello fresco è meglio perché ha un profumo incredibile! Quando sarete soddisfatti del grado di cottura del sugo (potrebbero essere necessari altri minuti di cottura, dipende dai gusti) potrete passare all’ultima fase di preparazione delle scaloppine di maiale.

Infarinate leggermente le fettine di maiale. Io faccio le scaloppine utilizzando la stessa padella del sugo, spostandolo tutto da una parte e utilizzando la metà libera della padella come una specie di “piastra” dove scottare la carne. Metto un filo d’olio e rosolo tre-quattro fettine per volta, facendole scottare nell’olio caldo per un paio di minuti per parte. Sposto le fette scottate in un piatto e procedo a rosolare tutte le scaloppine di maiale. Quando sono tutte pronte, le immergo tutte nel sugo e completo la cottura. Ci impiegheranno pochissimi minuti, 5-6.

Servo le mie scaloppine di maiale alla mediterranea ben calde, con un bel pezzo di pane nei paraggi, perché la scarpetta è d’obbligo! 🙂

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.