Crea sito

Pasta fresca di Semola di Grano duro

C’erano una volta le “donne di casa”, questa la professione segnata sugli atti dall’anagrafe per le casalinghe. Il lavoro era tra le quattro mura di casa e si trovava il tempo per preparare la pasta fresca, solitamente nel fine settimana. Qui al Sud, la tradizione di lavorare a mano la pasta è quasi scomparsa, ma fortunatamente ci sono ancora nonne che ne conservano il ricordo e giovani che stanno ritrovando il piacere di mettere le mani in pasta. Io stessa ho voluto approfondire la conoscenza delle mie radici, prima che fosse troppo tardi, che il tempo portasse via il ricordo autentico che le nostre nonne conservano del tempo andati. Ho immerso le mani nel profumo del grano e dell’olio della mia terra e ho sentito la fatica e la pazienza di creare le orecchiette, i cavatelli, le trofie, una alla volta.
La pasta di semola di grano duro necessita di pochi ingredienti: acqua, semola e un filo d’olio. E ovviamente un buon coltello a lama tonda e un tavoliere in legno, dove strisciare la pasta. Con questa pasta potete fare diversi formati. Le orecchiette, i cavatelli, le fettuccine, gli spaghetti, gli strascinati, gli strozzapreti, i capunti e le trofie.
Pronti per la PASTA FRESCA DI SEMOLA DI GRANO DURO? Noi si, tutti in cucina!

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo20 Minuti
  • Porzioni4
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 300 gSemola di grano duro rimacinata
  • 150 gAcqua
  • 1 cucchiaioOlio extravergine d’oliva
  • 1 pizzicoSale

Preparazione

  1. Sul tavoliere create una montagna di semola e fate al centro una fossa dove versate l’olio.

  2. Versate l’acqua a temperatura ambiente un po’ alla volta, lavorando la pasta con le mani.

  3. Lavorate energicamente fin quando l’impasto non sarà ben elastico e liscio. Mettete il panetto ben arrotondato con le mani, chiuso in un canovaccio. Fate riposare per 20 min. circa.

  4. Prendete un pezzo dal vostro panetto e create i formati di pasta che preferite.

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Gianfrancesca

Siamo due sorelle, studentesse universitarie, amanti della buona e sana cucina. Le nostre ricette riportano l'autenticità della nostra terra e la bontà dei prodotti biologici da noi coltivati nel nostro orto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.