Pasta frolla ricetta base

La Pasta frolla è una base fondamentale della pasticceria, molto facile da preparare e che si usa soprattutto per fare crostate e biscotti. Questa è la ricetta base: cioè farina, burro, zucchero e uova, poi si può aromatizzare in vari modi (con buccia di limone, arancia, bacca di vaniglia, ecc..), oppure aggiungere all’impasto il cacao, caffè, mandorle, nocciole, pistacchio ecc.. Esistono anche vari modi di lavorazione, tra cui c’è quella montata, sablè, ma quella più usata e semplice da fare in casa rimane la classica.

Pasta frolla

La ricetta classica di base prevede una proporzione tra farina, burro e zucchero  2:1:1 e tuorli qb. Io per semplificare e per rendere la ricetta più pratica da fare in casa e non avere sprecchi, di solito non uso lo zucchero a velo, ma semolato (in quanto è più facile da avere in casa) e ad esempio: al posto di 3 tuorli, io uso 1 uovo e 1 tuorlo (in modo da non avere avanzi di albumi, che poi a volte vanno buttati). La frolla viene benissimo.

L’impasto si può preparare con l’aiuto della planetaria, ma è talmente facile e veloce che non conviene neanche sporcarla.

Pasta frolla ricetta base

INGREDIENTI: (per una tortiera da 24 cm o stampo da crostata grande)

  • 250 g di farina 00 o 0 (debole)
  • 125 g di burro freddo
  • 90-100 g di zucchero semolato
  • 1 uovo medio e 1 tourlo
  • 1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:

Per la Pasta frolla inizio setacciando la farina e la faccio cadere sulla spianatoia, faccio un bucchino in mezzo e ci metto il burro freddo, tagliato a pezzettini. Ora vado a pizzicare con la punta delle dita, fino ad avere tante briciole.

Pasta frolla

Quindi aggiungo un pizzico di sale, lo zucchero, l’uovo ed il tuorlo e vado a impastare velocemente.

Pasta frolla

e non più di un paio di minuti, perché il glutine non si deve attivare e quindi l’impasto non deve diventare elastico, ma rimanere friabile. Formo una palla.
Pasta frolla

che poi vado ad avolgere con pellicola, e faccio riposare in frigo per almeno mezz’ora (meglio se di più).

Quando voglio usare la Pasta frolla, la tolgo dal frigo e la lascio a temperatura ambiente per circa cinque minuti. Dopodiché vado a lavorarla leggermente e velocemente con le mani (“plastificarla”), in modo da renderla più malleabile e stendibile. Attenzione però a non scaldarla troppo, altrimenti si scioglie il burro.

Stendo la Pasta frolla con il matarello, magari su un foglio di carta forno (che è più facile da gestire), oppure infarinando leggermente la spianatoia e poi la arrotolo sul matarello per spostarla nello stampo da crostata o tortiera. A questo punto procedo in base alla ricetta che voglio preparare.

Seguitemi anche sulla mia pagina di FB Nonsolodolce di Lorena. Grazie di ♡

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.