Pasta frolla alle mandorle

Pasta frolla alle mandorle – una base di pasticceria per preparare crostate e crostatine, oppure biscotti o crumble. Indicata soprattutto nelle ricette che prevedono la cottura del guscio vuoto di pasta frolla, cioè quando s’intende riempire successivamente con la crema e magari completare con frutta fresca. Questa frolla in cottura non si abbassa ed è friabile al punto giusto.

Pasta frolla alle mandorle

In caso aveste difficoltà nel stendere la Pasta frolla alle mandorle (che è abbastanza friabile), provate a inumidire leggermente il mattarelo e le mani in modo da compattare l’impasto e fare in modo che non si sbricioli troppo.

Pasta frolla alle mandorle

INGREDIENTI:

  • 250 g farina debole 00 o 0
  • 100 g di mandorle pelate
  • 110 g di zucchero semolato
  • 125 g di burro freddo
  • 3 tuorli d’uovo
  • 1 pizzico di sale

PREPARAZIONE:

Per la Pasta frolla alle mandorle setacciare la farina e versarla sulla spianatoia, tritare finemente le mandorle pelate (con l’aiuto di un robot da cucina). Per fare ciò consiglio di raffreddare bene le mandorle, magari anche tenerle in frezzer per una mezz’ora e poi tritarle insieme allo zucchero. Unire le mandorle tritate, fare un bucchino in mezzo e aggiungere il burro freddo tagliato a pezzetti. Pizzicare con la punta delle dita, formando un composto sbriciolato.

A questo punto unire i tuorli d’uovo e un pizzico di sale. Inumidire le mani con acqua fredda e impastare velocemente senza lavorare troppo l’impasto, in modo da non attivare il glutine. Pasta frolla alle mandorle Compattare e formare una palla liscia. Avvolgere con pellicola e far riposare in frigo per almeno mezz’ora.

Passato il tempo di riposo, togliere la Pasta frolla alle mandorle dal frigo e lasciarla un attimo a temperatura ambiente, dopodiché stenderla con il mattarelo, in caso delle crostate e crostatine e biscotti, o sbriciolare con le mani (per il un crumble).

In caso della crostata o crostatine, buccherellare bene l’interno..

Pasta frolla alle mandorle

Far raffreddare di nuovo in frigo per una mezz’ora, poi cuocere in forno a 180°C per circa 15 minuti per le piccole, se invece fate una crostata grande ci vorrà un po di più.. circa 25 minuti. Per i biscotti invece circa 10 minuti e per il crumble pochissimo tempo. Controllare…

Pasta frolla alle mandorle

Sfornare, far raffreddare le crostatine e poi toglierle dagli stampi. Si conservano benissimo, e anche per diversi giorni in scatole di latta.

Consiglio di riempire le crostatine con la crema, poco prima di consumarle. Soprattutto se usate anche la frutta fresca, che come si sa… si rovina in fretta.

Potete riempire le crostate o crostatine con varie creme: pasticcera, al limone, al cioccolato bianco, al latte o fondente, al caffè, al mascarpone ecc… buonissime anche con crema e frutta fresca, o con crema di ricotta e frutta e tante altre…

Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook NONSOLODOLCE DI LORENA, grazie mille!! 😍

Precedente Risotto con asparagi selvatici e pancetta Successivo Carbonara con asparagi selvatici

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.