Panini al latte con farina tipo uno

Panini al latte con farina tipo uno – sono dei panini molto soffici e profumati, perfetti per la prima colazione (da spalmare con la confettura di frutta, marmellata di agrumi o crema gianduia), oppure da accompagnare con dei piatti salati. Ad esempio quelli a forma rotonda vanno benissimo per gli hamburger di vario genere (classici, di pollo, misti con verdure, ecc..)

Sono deliziosi… l’altro giorno che li ho sfornati, avevo un profumo buonissimo in tutta la casa e che arrivava fino giù per le scale… 😍

Panini al latte con farina tipo uno

I miei Panini al latte con farina tipo uno  sono preparati con il lievito madre, ma per chi non c’è l’ha, può sostituirlo con il lievito di birra e usarne circa 8-12 g, aumentare la dose di farina di circa 80-90 g e di latte di 40-45 g.

Per il licoli bisogna dividere la dose di lievito madre solido in tre parti e moltiplicare per due. Quella è la dose di licoli da usare e la differenza è la farina da aggiungere, mentre la dose di liquidi non cambia. In questo caso 150:3=50×2=100… quindi usare 100 g di licoli e aggiungere 50 g di farina.

Per chi volesse sfogliare il Glossario della panificazione cliccare qui:

Panini al latte con farina tipo uno

INGREDIENTI:

  • 1 kg di farina di grano tenero tipo 1
  • 150 g di lievito madre solido rinfrescato
  • 1 cucchiaino di malto in polvere (se non lo trovate usate solo miele)
  • 2 cucchiaini di miele (possibilmente accacia)
  • 720-730 g circa di latte
  • 22 g di sale
  • 80 g di burro morbido
  • latte per spennellare qb

Panini al latte con farina tipo uno

PROCEDIMENTO:

Per i Panini al latte con farina tipo uno, dopo circa tre ore dal rinfresco del lievito madre ho iniziato a preparare l’impasto. Ho setacciato la farina dentro la ciotola del l’impastatrice, ho aggiunto il lievito madre ridotto a pezzettini (oppure lo potete prima sciogliere con un po di latte preso dalla dose in ricetta), il malto, il miele e ho iniziato a impastare aggiungendo poco latte per volta. Ho lasciato che l’impasto arrivasse a incordatura (cioè che diventasse bello elastico), poi ho aggiunto il il burro morbido un po per volta e infine il sale. Dopo un paio di minuti ho spento la macchina.

Ho tolto l’impasto, l’ho lasciato riposare sulla spianatoia (coperto a campana) per una ventina di minuti. Ho fatto un giro di pieghe e pirlando ho formato una palla. L’ho sistemata dentro una ciotola grande unta con del burro. Ho coperto con pellicola, lasciato a temperatura ambiente per circa un’ora e poi riposto in frigo a maturare per quasi un giorno e mezzo (circa 31-32 ore). Questo aiuterà sicuramente ad avere un pane più leggero e digeribile.

Voi in base alle vostre esigenze, potete scegliere se fare il riposo in frigo o far lievitare direttamente a temperatura ambiente. Se lo lasciate lievitare a temperatura ambiente non ci vorrà molto con le temperature estive (dipende ovviamente da diversi fattori, oltre che dalla temperatura), comunque di solito io lo lascio fino al raddoppio o qualcosina in più.Panini al latte con farina tipo uno Dopo circa un giorno e mezzo ho tolto l’impasto dal frigo e l’ho lasciato ambientare e crescere un’altro po a temperatura ambiente. Poi svuotato l’impasto sulla spianatoia infarinata e ho formato i panini di circa 100 g l’uno. Ne ho fatti metà a forma rotonda e metà a forma classica di panino (voi ovviamente potete scegliere la forma che desiderate…)

Ho sistemato i Panini al latte con farina tipo uno su delle leccarde con carta forno e lasciato lievitare per altre 2-3 ore (coperti con pellicola leggermente infarinata), o fino a raddoppio. Poi li ho spenellati con poco latte.Panini al latte con farina tipo uno Ho acceso il forno a 190-200°C (statico) e ho infornato i Panini al latte con farina tipo uno per circa 15-20 minuti (dipende un po dal forno e dalla grandezza dei panini). Panini al latte con farina tipo uno

Li ho sfornati e fatti raffreddare su gratella.

Panini al latte con farina tipo uno si possono congelare in sacchetti di plastica, e prima di consumarli basterà farli scongelare (possibilmente in frigo) e poi scaldare leggermente in forno… saranno come appena sfornati.. 😉

Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, grazie mille!!

Precedente Focaccine di patate farcite (cotte in padella) Successivo Spaghetti al tonno prezzemolo limone (ricetta veloce)

Lascia un commento

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.