Clafoutis di ciliegie e mandorle

Oggi un delizioso dolce: il Clafoutis di ciliegie e mandorle, soffice, cremoso e facilissimo da preparare. Si può fare anche con altro tipo di frutta, ma il tradizionale dolce francese prevede le ciliegie. Io ho aggiunto le mandorle a scaglie in superficie, che secondo me ci stanno benissimo come gusto, e danno quel contrasto piacevole al dolce: soffice – croccante.

Che ne dite, lo prepariamo insieme per la merenda? Vedrete che è talmente buono che sparirà in un attimo!

Clafoutis di ciliegie e mandorle
  • Preparazione: 10-15 Minuti
  • Cottura: 40 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 8-10, Stampo ovale 27×20 cm

Ingredienti

  • 600 g Ciliegie
  • 7-8 g Burro
  • 100 g Farina
  • 5 g Lievito chimico in polvere
  • 3 Uova
  • 100 g Zucchero
  • 1 pizzico Sale
  • 200 ml Panna fresca liquida
  • 100 ml Latte
  • 40 g Mandorle a lamelle
  • q.b. Zucchero a velo

Preparazione

  1. Per il Clafoutis di ciliegie e mandorle lavate e asciugate le ciliegie, quindi privatele del nocciolo utilizzando l’apposito attrezzo o aiutandovi con un coltellino.

    Imburrate il fondo e le pareti di una pirofila ovale (la mia è di 27×20 cm), oppure rotonda da circa 28 cm. Sistematevi le ciliegie snocciolate.

    Riunite nel mixer la farina setacciata con il lievito per dolci, lo zucchero semolato, le uova, la panna, il latte e un pizzico di sale. Frullate a più riprese finché si sarà formata una pastella liscia e omogenea, quindi versatela nella pirofila, distribuendola in modo uniforme sopra le ciliegie.

    Cospargete la superficie del dolce con le mandorle a lamelle e infornate il Clafoutis di ciliegie e mandorle in forno caldo a 180°C per circa 35-40 minuti. Sarà pronto quando risulterà sodo e leggermente dorato, ma morbido. Per verificare il punto di cottura infilate uno stecchino al centro del dolce: deve risultare asciutto.

    Lasciatelo intiepidire, poi spolverizzatelo con lo zucchero a velo e servite.

    Il Clafoutis di ciliegie e mandorle va servito possibilmente appena tiepido o a temperatura ambiente, ma se vi avanza comunque lo potete conservare in frigo per qualche giorno. Basterà tirarlo fuori un po’ prima di consumarlo.

    Seguitemi anche sulla mia pagina di Facebook Nonsolodolce di Lorena, grazie mille!

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.