Polenta senza mescolare

Sappiamo che per preparare una buona polenta bisogna stare a mescolare per tantissimo tempo. Tradizione vuole un mestolo di legno di nocciolo “cannella” e il paiolo di rame rimestando la polenta per un’ora, ma esiste un metodo molto semplice senza mescolare e che fa risparmiare anche il gas.

La polenta è un antichissimo piatto cotto con acqua e farina di cereali, alimento base di alcune zone dell’Italia settentrionale e diffuso poi su tutto il suolo italiano. Con le sue numerose varianti la troviamo non solo in Italia ma anche nei territori esteri che la costeggiano arrivando in Marocco e nell’America del sud.

Molto versatile, oggi la troviamo spesso con la farina di mais da cui il tipico colore giallo, si abbina con moltissimi cibi come formaggi, carni, pesce e verdure. La si può preparare più soda o più morbida, grigliata, fritta o al forno.

Il metodo che vi propongo sulla polenta senza mescolare non vuole essere un’ accusa o un danneggiamento alla tradizione sacrosanta su come si cuoce, ma chi ha problemi motori non è giusto che si privi di ottenere comunque una buona polenta con la farina di mais (escludendo quella istantanea).

20130303_124656

INGREDIENTI:

  • circa 250 g farina di mais per polenta bramata (NO quella istantanea)
  • circa 600 ml acqua
  • sale

In una pentola con il fondo alto un centimetro portate l’acqua a bollore. Intanto preparate un canovaccio bagnato con l’acqua e strizzato, e tenetelo da parte. Aggiungete il sale e a fuoco medio aggiungete a poco a poco la farina di mais e mescolate continuamente con una frusta o con un cucchiaio di legno.

20130303_11494920130303_115042

Quando il composto si sarà un po’ rappreso e sarà tornato a bollore, poggiate sopra il canovaccio strizzato, mettete sopra il coperchio, sistemate il canovaccio sopra il coperchio in modo che le estremità non cadano sul fornello a contatto con il fuoco, e mettete la fiamma al minimo, deve essere davvero bassissima.
Lasciate cuocere senza aprire il coperchio per 45 minuti, dopodiché è pronto per tutte le vostre preparazioni.

20130303_11511020130303_115239

Se il composto dovesse risultare troppo denso potete aggiungere un mestolo di acqua.

Se desiderate una polenta più soda la quantità della farina deve essere maggiore, se la volete morbida aggiungete più acqua. Può cambiare anche il tipo di assorbimento della farina di mais che trovate in commercio. Ovviamente questo procedimento NON vale per la polenta precotta (istantanea).

Da oggi 25/11/2014 disponibile anche il video!

video polenta

Spero che questo post vi abbia potuto risollevare dal mescolare sempre. Il vostro braccio vi ringrazierà, il vostro portafoglio pure, e finalmente potete mangiare più polenta!

 
Precedente Canestrelli, occhi di bue Successivo Strangulaprievet' al ragù napoletano per Quanti modi di fare e rifare

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.