Crea sito

Spatzli tirolesi con panna e speck

Spatzli tirolesi con panna e speck

Gnocchetti a base di farina, uova e acqua che vengono preparati in tutto il tirolo e nelle regioni tedesche ed austriache.
Si fanno con uno strumento speciale chiamato Spätzlehobel che è una sorta di grattugia formata da un fondo bucherellato dal quale far scendere scorrendo con il pezzo sopra i piccoli gnocchi direttamente nell’acqua in bollore.
In mancanza di questo attrezzo particolare si può utilizzare uno schiacciapatate con i buchi grandi.

  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione15 Minuti
  • Tempo di riposo30 Minuti
  • Tempo di cottura10 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaTedesca

Ingredienti per gli Spatzli tirolesi con panna e speck

  • 250 gFarina
  • 3Uova
  • 150 gAcqua
  • q.b.Noce moscata
  • q.b.Sale

Per il condimento

  • 200 gSpeck (in una sola fetta)
  • 300 mlPanna fresca liquida
  • 30 gBurro

Preparazione degli Spatzli tirolesi con panna e speck

  1. In una ciotola mettere le uova con la farina setacciata, aggiungere un pizzico di sale e la noce moscata.

  2. Versare anche l’acqua e mescolare accuratamente fino ad ottenere una sorta di pastella abbastanza densa.

  3. Far riposare circa 30 minuti.

  4. Nel frattempo tagliare a dadini lo speck, farlo rosolare nel burro, poi unire la panna.

    Mescolare e spegnere.

  5. Mettere una pentola di acqua salata sul fuoco e portare ad ebollizione

  6. Sistemare lo Spätzlehobel sopra la pentola con l’acqua che bolle, versare nell’apposito spazio un mestolo di composto.

  7. Fare scorrere avanti e indietro l’attrezzo che farà cadere gli spatzle appena formati direttamente nella pentola, non appena saranno a contatto con l’acqua bollente gli spatzle cuoceranno in pochi secondi. 

  8. Scolarli e tuffarli direttamente nel condimento.

    Mescolare e portare subito in tavola.

Note

Sono ottimi anche nella versione agli spinaci

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare e la mia passione è diventata anche un lavoro, ho gestito per 10 anni il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.