Crea sito

Ali di pollo fritte

Ali di pollo fritte

Il cibo da strada per eccellenza uno dei più famosi street food americani, può essere anche consumato come secondo o utilizzato in un buffet, da condividere con gli amici.

 

  • DifficoltàBassa
  • CostoBasso
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura20 Minuti
  • Porzioni4 persone
  • Metodo di cotturaFrittura
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 8Ali di pollo
  • 200 gPangrattato
  • 50 gParmigiano reggiano
  • 2Uova
  • 1Succo di limone
  • 1 mazzettoPrezzemolo
  • 1 spicchioAglio
  • 1Peperoncino
  • q.b.Paprika piccante
  • q.b.Sale
  • q.b.Olio di semi di girasole

Preparazione

  1. Prima di tutto sbattere le uova con il sale, aggiungere il prezzemolo tritato, l’aglio schiacciato, il succo di limone e il peperoncino tritato.

    Dividere le ali di pollo lungo la “giuntura” in tre parti, eliminare l’estremità, tenere solo la parte centrale e iniziale dell’aletta.

    Io preferisco non eliminare la pelle del pollo, perchè mi lascia più integro il pezzo e mi rende più croccante il pollo e sicuramente più saporito.

    Sistemare i pezzi ottenuti nelle uova, mescolare e lasciare a marinare per almeno 4/5 ore.

  2. Trascorso il tempo di marinatura sistemare una padella capiente tipo wok, riempirla di olio, metterla sul fuoco.

    La pentola deve essere abbastanza capiente, in modo tale da consentire  di friggere comodamente.

    Ricordatevi la regola principale per una buona frittura: più olio si utilizza e meno i cibi risulteranno unti. Detto questo, regolatevi con una quantità tale che vi consenta di cuocere comodamente e abbondantemente le vostre ali di pollo.

    In un recipiente largo mescolare il pane grattugiato, il parmigiano e una generosa dose di papirka, quindi scolare le alette e passarle nella punatura, ricoprendole da ogni parte.

    Immergere pochi pezzi alla volta nell’olio caldo e fare cuocere da ambo il lati, fare attenzione alla temperatura dell’olio che non deve essere troppo bassa per dare un risultato unto alla frittura, ma nello stesso tempo non deve essere troppo caldo per non bruciare le alette, visto che anche se non di grossissima pezzatura, richiedono una cottura un po’ più prolungata, di solito circa 10 minuti.

     

  3. Fatele scolare su carta assorbente e servitele subito!

    Buon appetito!! 😉

Note

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da lemieloverie

Non sono uno chef, né tanto meno chissà quale cuoca, ma mi è sempre piaciuto cucinare e la mia passione è diventata anche un lavoro, ho gestito per 10 anni il Chiosco le coccinelle a Ravenna. Raccolgo in questo blog le miei ricette, quelle recuperate di famiglia e tutte quelle che nel tempo ho provato e che mi sono particolarmente piaciute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.