Crea sito

Amor polenta senza latticini

Amor polenta senza latticini

Oggi nevica…allora si mangia polenta…ma cosa si fa di dolce per la colazione di domani? Direi Amor polenta senza latticini,  digeribile e golosa!

Naturalmente la ricetta originaria prevede il burro ma io l’ho modificata per la mia ragazza intollerante ai latticini. E devo dire chela torta risulta più leggera ma sempre gustosa.

Questo è un dolce lombardo e richiede il famoso stampo scanalato tipico…ma a me non manca, naturalmente. E’ ottimo nel caffè al mattino o come merenda ed io, dato il periodo invernale, l’ho arricchito con una glassa effetto neve. Da provare.

  • Preparazione: 15 Minuti
  • Cottura: 30/35 Minuti
  • Difficoltà: Molto facile
  • Porzioni: 6/8
  • Costo: Molto economico

Ingredienti

Per la torta

  • Farina 00 90 g
  • Farina di mais giallo 75 g
  • Zucchero a velo 125 g
  • Olio di semi 100 ml
  • Farina di mandorle 50 g
  • Tuorli 2
  • Uova 2
  • Rum 1/2 bicchierino
  • Lievito chimico in polvere 1 cucchiaino

Per la glassa

  • Zucchero a velo q.b.
  • Albumi q.b.
  • Succo di limone q.b.

Preparazione

  1. Prepariamo l’Amor polenta senza latticini

    Montare bene le uova e i tuorli con lo zucchero a velo aggiungere a filo l’olio come per una maionese: il tutto dovrà diventare soffice e spumoso.

    Unire all’impasto la farina setacciata e il lievito. Continuando a mescolare versare la farina di mandorle e la farina di mais.

    Aggiungere il rum e se serve poca acqua  per ottenere un composto omogeneo e non troppo denso. Volendo si può aromatizzare ulteriormente con poco  succo d’arancia.

    Imburrare e infarinare bene lo stampo apposito, una specie di stampo da plum-cake con delle scanalature alla base. Versarvi il composto sbattendolo un poco per evitare il formarsi di bolle d’aria.

    Cuocere in forno caldo a 180* per 30/35* controllando la cottura con uno stecchino.

    Quando l’Amor polenta senza latticini sarà freddo capovolgere e servirlo capovolto.

    Per la glassa

    Mescolare lo zucchero a velo con poco albume, poca acqua e un goccio di succo di limone ottenendo una densità adatta alla glassatura.

    Glassare quindi la torta raffreddare bene.

    Ecco fatto, buonissima…ora  può pure nevicare!

Note

Pubblicato da lemerendedellafranci

Ciao sono Francesca, per gli amici Franci. Mi diletto a far dolci per la mia famiglia e gli amici . Amo il profumo dello zucchero a velo, non posso vivere senza far torte!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *