Crea sito

Bistecca alla fiorentina

La storia della bistecca alla fiorentina è antica almeno quanto dalla citta’ da cui prende il nome .

Tuttavia la sua tradizione, la sua celebrita’ e il suo nome si possono far risalire alla celebrazione della festa di San Lorenzo e dalla famiglia dei Medici . In occasione di San Lorenzo, il 10 di agosto, la citta’ si illuminava delle luci di grandi falo’

dove venivano arrostite grosse quantita’ di carne di vitello che venivano poi distribuite alla popolazione.

Firenze all’epoca dei Medici era un’impotante crocevia dove si potevano incontrare viaggiatori provenienti un po’ da ogni parte del mondo, e cosi’ si narra che proprio in occasione di San Lorenzo fossero presenti alle celebrazioni ai cui venne offerta la carne arrostita sui fuochi.

Questi la chiamarono nella loro lingua beef steak, da qui una traduzione adattata alla lingua corrente creo’ la parola bistecca che è giunta fino ai giorni nostri.

Una versione alternativa la fa risalire agli inglesi presenti a Firenze nell’800. I quali  hanno lasciato notevole tracce nella cucina toscana si trattava di persone facoltose, che potevano permettersi anche tagli di carne pregiata, come la beef steak, appunto, ma anche come il roast beef, anch’esso presente nella cucina fiorentina.

Sponsorizzato da Carni crude e cotte macelleria gastronomia

Bistecca alla fiorentina
  • Preparazione: 5 Minuti
  • Cottura: 20 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: 1 persona, un pezzo
  • Costo: Molto costoso

Ingredienti

  • 1 Fiorentina (Affettata alta)
  • q.b. Sale grosso
  • q.b. Pepe nero (Macinato frasco)
  • fili Olio

Preparazione

  1. Bistecca alla fiorentina

    Cottura

    Per la fiorentina usare la lombata+filetto dell’animale quella con il classico osso a forma di T capovolta,

    Toglierla dal frigo un paio d’ore prima ,preparare una brace viva ma assolutamente priva di fiamme ,impegnare la bistecca con sale grosso , grigliate dopo aver fatto riscaldare abbondantemente la griglia, 5 minuti da ambo i lati , e 15 in piedi ,ad una distanza di 10 cm dalla brace , non forate la bistecca , giratela con l’aiuto di apposite pinze.

    Al termine tagliatela, pepatela, oliatela, e servitela ben calda .

    Buon appetito

Note

spero abbiate gradito per altre mie ricette cliccate Qui

Visitate la mia pagina Facebook e non dimenticate il like così da poter essere aggiornate sulle mie ultime ricette .

/ 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Carmelo Molino

Ciao siamo Carmelo e Mariella, gestiamo la nostra attività macelleria gastronomia da moltissimi anni ed amiamo questo lavoro, Il nostro obiettivo è condividere le nostre ricette di cucina con molta più gente sia possibile...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.