Crea sito

DIFFERENZA TRA LATTOSIO E PROTEINE DEL LATTE

DIFFERENZA TRA LATTOSIO E PROTEINE DEL LATTE

DIFFERENZA TRA LATTOSIO E PROTEINE DEL LATTE

Facciamo un po’ di chiarezza:

LE PROTEINE DEL LATTE ED IL LATTOSIO SONO LA STESSA COSA? La risposta è NO, ma vediamo insieme meglio il perché.

Componenti del latte vaccino

Il latte vaccino è sicuramente molto importante nella nostra alimentazione e si può dire che sia il primo alimento, dopo il latte materno, con il quale veniamo in contatto da bambini. Tuttavia, sempre di più si sente parlare di problemi relativi alla sua assunzione.

Il latte è composto da varie componenti tra cui: lipidi, zuccheri, proteine, vitamine e sali minerali.

In particolare, in questo articolo, vorrei parlarvi soltanto di due componenti: PROTEINE E ZUCCHERO DEL LATTE.

  • La componente zuccherina del latte è formata quasi esclusivamente da LATTOSIO (98%).
  • La componente proteica del latte, invece, è formata da due sottogruppi: CASEINE (80% della componente proteica) e PROTEINE DEL SIERO (restante 20%) tra le quali abbiamo LATTOALBUMINE E LATTOGLOBULINE.

QUINDI, IL LATTOSIO è LO ZUCCHERO DEL LATTE, mentre ALBUMINE E CASEINE sono le PROTEINE DEL LATTE.

Che cos’è l’allergia alle proteine del latte?

Molto spesso si tende a confondere l’INTOLLERANZA AL LATTOSIO (che, come abbiamo visto, è lo ZUCCHERO del latte), con l’ALLERGIA ALLE PROTEINE DEL LATTE.

Ma vediamo le differenze.

L’ALLERGIA alle proteine del latte determina una risposta anomala del sistema immunitario in seguito all’ingestione di proteine del latte con conseguenze anche molto gravi: asma, orticaria, reazioni gastrointestinali fino ad arrivare, nei casi più estremi, allo shock anafilattico.

In conclusione, ed in linea generale, chi è ALLERGICO ALLE PROTEINE DEL LATTE, anche se non ha problemi con il lattosio, NON può consumare cibi contenenti il lattosio per evitare il rischio di contaminazione da proteine del latte.

Una persona allergica NON può assumere: LATTE, BURRO, YOGURT, FORMAGGI, LATTE IN POLVERE, LATTICELLO, PANNA e quindi tutti i derivati del latte.

In alternativa la cucina vegana offre oggi molte soluzioni per sostituire ad esempio il latte vaccino con bevande vegetali: soia, riso, avena, nocciole ed altre. In commercio si trovano anche “formaggi” vegani che, appunto, non sono di origine animale quindi non contengono latte, ma possono essere consumati come alternative ai formaggi.

Troppo spesso si tende a confondere un’intolleranza al lattosio con l’allergia vera e propria alle proteine del latte, con conseguenze troppo spiacevoli. Bisogna condividere la conoscenza affinché non si verifichino più simili distrazioni.

Io, ad esempio, sono allergica alle proteine del latte e spesso in pizzeria, facendo presente questa cosa, mi sento dire: “abbiamo la mozzarella senza lattosio se vuole”. Ecco quindi che la maggior parte delle persone non conosce la differenza tra zucchero e proteine del latte e tra intolleranza e allergia.

Che cos’è invece l’intolleranza al lattosio?

L’intolleranza al lattosio, invece, non coinvolge il sistema immunitario bensì è dovuta ad una carenza dell’attività enzimatica della LATTASI, enzima che permette di scindere il lattosio in molecole più piccole e semplici. Quindi l’organismo non riesce a digerire completamente il lattosio e si avranno dei sintomi per lo più gastrointestinali: gonfiore, stipsi, diarrea, mal di pancia etc…

Una persona INTOLLERANTE AL LATTOSIO può assumere prodotti contenenti proteine del latte purché in questi non ci sia lattosio. Ad esempio, è possibile consumare burro senza lattosio o altri formaggi delattosati che troviamo in commercio.

Con questo breve articolo spero di aver chiarito alcune questioni con parole semplici e comprensibili. Un abbraccio virtuale a tutti!

Non perdere le novità sul mio profilo Instagram: @incucinaconchiara91

Il mio canale YouTube: In Cucina con Chiara

Visita anche la mia pagina Facebook: In Cucina con Chiara

Profilo Pinterest: In cucina con Chiara

TORNA ALLA HOME per vedere le ultime ricette