Pasta con Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio

La Pasta con Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio è un primo piatto molto semplice e saporito, con una preparazione veloce del sugo per esaltare tutto il gusto dolce e leggero dei pomodorini gialli di montagna…Pasta con Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio

Pasta con Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio – di Rosalba Vazzana

Ingredienti per 4 persone

  • 1 spicchio di Aglio
  • Olio Extra vergine di Oliva q.b.
  • 500 gr di Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio DOP
  • qualche foglia di Basilico fresco
  • 400 gr di Pasta fresca (tipo Maccheroni al ferretto, Fileja o Strozzapreti)
  • Granella di Mandorle q.b.
  • Formaggio grattugiato q.b.

Procedimento Tradizionale

In un tegame largo e dal fondo spesso inserire lo spicchio di Aglio intero e l’Olio d’Oliva. Soffriggere per qualche minuto fino a doratura. Togliere l’Aglio e aggiungere i Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio tagliati a quarti, regolare di Sale e cuocere per qualche minuto schiacciandoli leggermente. In una capiente pentola mettere l’Acqua e portare ad ebollizione. Salare, aggiungere la Pasta e cuocere per il tempo indicato sulla confezione, o secondo i gusti personali di cottura. Scolare tenendo un po’ di acqua di cottura da parte qualora dovesse servire. Trasferire nel tegame con il sugo di Pomodorini preparato precedentemente. Mescolare bene e se necessario aggiungere un po’ di acqua di cottura e spadellare amalgamando il tutto. Servire subito ben calda la Pasta con Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio, insaporendola con Granella di Mandorle, Formaggio grattugiato e qualche fogliolina di Basilico fresco.

Procedimento Bimby

Inserire nel Boccale del Bimby lo spicchio di Aglio intero, l’Olio d’Oliva e tritare per 10 Sec. a Vel. 6. Con la Spatola raccogliere tutto il trito sul fondo del Boccale e soffriggere per 3 Min. a 100° Vel. 4. Aggiungere i Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio tagliati a quarti, regolare di Sale e cuocere per circa 8 Min. a 100° Vel. 1. Trasferire il sugo così pronto in una tegame largo e basso e tenere da parte. Senza lavare il Boccale, mettere 1 litro di Acqua, portare ad ebollizione in 10 Min. a 100° Vel. 1. Salare, aggiungere la Pasta e cuocere a 100° Vel. 1, per il tempo indicato sulla confezione, o secondo i gusti personali di cottura. Scolare tenendo un po’ di acqua di cottura da parte qualora dovesse servire. Trasferire nel tegame con il sugo di Pomodorini preparato precedentemente. Mescolare bene e se necessario aggiungere un po’ di acqua di cottura e spadellare amalgamando il tutto. Servire subito ben calda la Pasta con Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio, insaporendola con Granella di Mandorle, Formaggio grattugiato e qualche fogliolina di Basilico fresco.

Un po’ di curiosità

Quando diciamo “pomodoro” viene subito in mente il colore rosso vivo, ma non esiste solo questa varietà in natura, ma anche i Pomodorini gialli che non sono pomodori immaturi, bensì assolutamente pronti per essere consumati e utilizzati in cucina per molte ricette grazie al loro sapore dolce e alla totale assenza di acidità. Notizia poco risaputa è proprio che i primi pomodori conosciuti dagli europei, nel XVI secolo, erano di colore giallo. La conferma deriva dal nome stesso, “pomo d’oro”, indicante il colore dorato del frutto di piante all’epoca sconosciute e che non venivano usate in cucina ma solo con funzione ornamentale. La coltivazione dei Datterini gialli ormai è sempre più diffusa, alla raccolta si presentano in grappoli di circa 14-16 frutti con forma cilindrica. Sono molto ricchi di vitamine e antiossidanti, capaci di neutralizzare i radicali liberi. La qualità gialla si differenzia dal pomodoro rosso per il sapore, inoltre contengono alcune proprietà nutrizionali, vitamina C, A e vitamine del gruppo B. Nella zona del Vesuvio, nel napoletano, viene tradizionalmente coltivato il Pomodorino giallo del Piennolo, con forma ovale allungata, raccolto a grappolo e appeso nei balconi, prendendo così il nome di “piennolo” che significa “pendolo”. Fonti storiche riportano descrizioni già a partire dal 1544, non subendo nessun cambiamento di lavorazione e produzione, grazie all’opera dei monaci camaldolesi di Nola, che lo hanno coltivato per secoli nei loro orti, mantenendo la tradizione. Il Pomodorino giallo del Piennolo è giallo come il sole, di piccole dimensioni, ha la buccia spessa, la polpa soda e un sapore dolce. Particolarmente ricco di beta-carotene aiuta la corretta crescita e riparazione dei tessuti. Si può consumare al naturale, ma grazie all’assenza di acidità è perfetto per la cucina di mare, per preparare salse, vellutate e creme di ortaggi.

Nota: Per la realizzazione di questa Ricetta ho usato i Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio dell’Azienda “Ciro Curcio” con sede in San Sebastiano al Vesuvio (NA). È una conserva tipica con Pomodorini tagliati a filetti, schiacciati manualmente nel barattolo, un pizzico di Sale e poi pastorizzati. Questi Pomodorini gialli di montagna, sono contenuti nel Box ‘O sole mio del Portale DegustEat, Azienda che seleziona i migliori produttori locali della Campania, offrendo eccellenze introvabili all’interno della grande distribuzione e associando questi prodotti crea Menù completi, semplici e veloci da preparare. Menù considerati dei veri e propri percorsi di degustazione, perfetti per 5 persone, pronti in pochi minuti, ideali da tenere in dispensa per le occasioni speciali: aperitivo, portata principale e fine pasto, alla scoperta delle eccellenze del territorio. Per informazioni e ordini: www.degusteat.itPasta con Pomodorini gialli del Piennolo del Vesuvio

Se ti piacciono le mie ricette… le hai provate… vuoi chiedermi o dare consigli… ti aspetto sulla mia Pagina Facebook Il mondo di Rosalba”… a presto!

Precedente Cipolle rosse di Tropea caramellate Successivo Polpette di Pollo

Lascia un commento