Crea sito

Pane con farina di mais Blu. Una fetta di storia.

Qualche anno fa’, feci una vacanza all’insegna della Storia Americana di inizio millennio.
Curiosamente mentre l’Italia vedeva figure come gli Estensi, Visconti, Marco Polo…il 1200 qui in America era molto diverso. Dal 600 al 1300 gli unici abitanti degli altipiani o “Mese”, in Colorado, erano gli antichi Puebloanos, e i loro discendenti, gli Hopi. La vita, come potete immaginarvi era molto dura e questi piccoli (di statura e dimensioni) Nativi Americani avevano un’aspettativa di vita molto breve. Poi, come per incanto, sono scomparsi. Nonostante tutto, hanno lasciato un patrimonio ricchissimo per i posteri. Posti magnifici, di una spiritualita’ e carisma unico che hanno resistito ai secoli.

The Cliff House.
La Casa sul precipizio: un villaggio costruito in una grotta naturale. Patrimonio dell’Unesco. Colorado. Raggiungibile solo arrampicandosi con mani e piedi.

Gli Hopi si cibavano tantissimo di Mais Blu.27a0374d806047dfe83bc10df905e4cc

Lo consumavano fresco oppure lo essiccavano per poi farci la farina.  Il Mais Blue, oltre al colore diverso dal mais giallo,

ha anche un ricchissimo contenuto di proteine~circa il 20% in piu’.

Ha un basso indice glicemico, con un sapore piu’ dolce e nocciolato.

Insomma una sorgente di proteine completa.

Una tecnica specifica viene utilizzata per far si’ che, durante la macinatura, il Mais Blu rilasci “niacina” (vitamina B3) ed e’ tuttora utilizzato abbondantemente nella cucina del Nuovo Messico.

A parte le qualita’ proteiche, il Mais Blu ha il vantaggio di non essere facilmente modificato geneticamente, quindi potete stare quasi certi che il Mais Blu e’ quasi sempre biologico.

11390363_10203987439981833_8045008874270859583_n
Mais “bianco” dal sapore dolce

Infine, il Mais e’ senza glutine, oppure ne contiene quantita’ irrilevanti, cosi’ da essere tollerato da tutti. Contiene antiossidanti come le more, i lamponi e l’uvetta. Dal punto di vista nutrizionale, il Mais Blu contiene una forma speciale di selenio che e’ facilmente assimilabile e utilizzato efficentemente dall’organismo come nel lievito, noci brasiliane ecc..Insomma e’ una “rockstar”, ed e’ buono di sapore!

corn5
Un’arsenale nutrizionale 🙂 Il Mais Blu

PANE AL MAIS BLUE ~ UN PANEPOLENTA vecchio di secoli.

11393016_10203998735424212_8128515524194664610_n

Ingredienti per una pagnotta come quella nella foto:

1 cucchiaio scarso di lievito secco

4 cucchiai di zucchero

4 cucchiai di latte tiepido

240 ml di acqua tiepida

5 cucchiai di polenta di mais (anche se non blu, va bene lo stesso, anche Bramata)

(all’incirca 75 gr)

400 gr di farina

2 cucchiaini di sale marino

 

11205580_10204000438386785_6711132556241808284_n
Anche se il colore non sembra proprio blu, vi assicuro che una volta bagnata questa farina di Mais, diventera’ di un cobalto chiaro.

Nella ciotola della vostra planetaria, mettere il lievito, lo zucchero ed attivarlo con l’acqua mischiata al latte. Entrambi tiepidi.

Quando il lievito si sara’ attivato, lo vedrete dalla superficie del composto. Avra’ una schiuma spessa.DSCF7011

Ora aggiungete tutta insieme la farina e la polenta. Con il gancio ad uncino mescolare per circa 10 minuti. Aggiungete il sale, ed impastare ancora circa 5 minuti.

A questo punto l’impasto si stacchera’ dalle pareti del mixer.

Oleare le pareti della ciotola della planetaria, coprirla con un canovaccio e lasciar riposare l’impasto per circa 1 ora.

Riscaldare il forno a 180 gradi.

Formare una pagnotta (o la forma che piu’ vi piace) con l’impasto e metterla in una teglia da forno a riposare di nuovo finche’ sara’ raddoppiata di volume. Occorreranno circa 40 minuti.

Prima di infornare il pane, potrete cospargerne la superficie con granelli di sale oppure della farina.

Praticare delle incisioni come quelle nella foto, su parte della superficie del pane.

11401004_10203989191865629_7640072091419784651_n
Il pane Blu e’ pronto, ottimo da gustare!

Infornare per circa 40 minuti o finche’ dorato in superficie. #cookuntildone

Enjoy!!

Pubblicato da growingupitalian

Salve! Vivo tra due mondi, ma con i piedi per terra. E' un lusso poter scegliere il meglio di entrambi. La vita mi ha fatto questo regalo, e lo voglio condividere con Voi!! Sono nata negli anni 60 in Italia. Il mondo della televisione in Bianco e Nero, senza cibi GMO, senza smart phones. La mia infanzia e' stata costellata di persone incredibili e memorie indelebili della mia famiglia. Ora, 50 anni dopo e 10 mila km di distanza apparte, tutte queste memorie hanno contribuito ad arricchire la mia vita ..dopotutto, una ragazza puo' lasciare l'Italia, ma l'Italia non lasciam mai le sue ragazze!.Hello all. I live in between two worlds (USA and Italy) but I'm really grounded. I believe it's a luxury to be able to pick and choose the best of both. I've been given that gift and I'm sharing it with you. I was born in the 60's in Italy. Black and White pictures, no GMO, no tablets, no computers or cell phones. My childhood was starred by people and memories. It sure takes a village to raise a child...and a great family. I was blessed to have all of the above. Now, fast forward 50 years, 10,000 kilometers away. My life is richer than ever because of my upbringing. I have stories...lots of stories I will share with you. Afterall, A GIRL might leave Italy, but Italy NEVER leaves the girl!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.