Crea sito

Sfogliatine con crema e gelsi neri

Sfogliatine con crema e gelsi neri, sono dei dolci tipici Baresi conosciuti con il nome di Sporcamuss. Sfogliatine farcite con crema pasticcera e gelsi neri,spolverizzati con lo zucchero a velo.Pochi ingredienti la pasta sfoglia, la crema, la frutta e la crema, per gustare una ricetta tutta Pugliese.

Sfogliatine con crema e gelsi

Sfogliatine con crema e gelsi

INGREDIENTI per 4 persone:

  • 2 rotoli di pasta sfoglia
  • 300 gr di crema pasticcera al limone
  • 100 gr di gelsi neri
  • zucchero a velo q.b.
  • zucchero di canna

ESECUZIONE

  • Sdrotolare la pasta sfoglia, lasciandola sulla carta da forno.
  • Con un coltello tagliare tanti quadrati 4cm x 4cm.
  • Sulla metà dei quadrati spolverizzare lo zucchero di canna.
  • Sistemarli su di una teglia, rivestita di carta da forno.
  • Infornare a 200° per circa 20 minuti, devono diventare dorati.
  • Nel frattempo preparare la crema, la ricetta qui.
  • Lavare i gelsi ed eliminare lo stelo.
  • Quando i quadrotti di pasta sfoglia saranno cotti farcirli con la crema e delle fette di gelsi.
  • Coprire con un’altro qudrotto di pasta sfoglia zuccherata e spolverizzare con lo zucchero a velo.

Buon Appetito!

Sfogliatine con crema e gelsi

Curiosità: vi chiederete perchè si chiamano così? Semplice perchè quando li mangi ti sporchi la bocca con lo zucchero a velo, la ricetta originale prevede di passarli in forno, prima di servirli, per gustarli caldi.

UN TOCCO IN PIU’:mettere la crema calda per rendere la sfoglia più morbida.Con le dita fare un foro centrale per poter metter più crema.Un dolce tipico della cucina Pugliese,da realizzare in pochissimo tempo e con pochi ingredienti.La versione originale prevede solo la crema pasticcera, ma si possono farcire con qualsiasi tipo di frutta.

La mia pagina facebook

Altre ricette con la pasta sfoglia:

Alberelli in pasta sfoglia

Stuzzichini in pasta sfoglia

Sfogliatelle crema e kiwi

Sfogliata alle pesche

Rose fior di pesca

Millefoglie con panna e fragole

Strudel con scarola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *