Crea sito

Scorze di arancia candite

Ieri ho spremuto tantissime arance per fare la crema di arance e dato che sono biologiche ho conservato le bucce da utilizzarle per fare le scorze d’arancia candite che preparo e poi utilizzo nelle mie varie ricette.
Le arance che ho usato io hanno la buccia sottile, ma vengono meglio con le arance dalla buccia bella spessa.
La preparazione è un po’ lunga, soprattutto eliminare la parte bianca interna e affettarle, ma poi la cottura è veloce e il sapore e la consistenza delle scorze di arance candite fatte in casa vi faranno cambiare idea sui canditi all’interno delle ricette. Chi da piccolo non ha mai eliminato in modo certosino i canditi, e a volte anche le uvette, dal panettone?
Io sì, e invece dopo aver cucinato le scorzette in casa spesso quando cucino qualche ricetta che ne prevede l’utilizzo me ne ritrovo qualcuna in bocca… troppo buone!
Siete pronti per cucinare? Siii parte!

scorza arancia candite
  • DifficoltàBassa
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di riposo12 Ore
  • Tempo di cottura15 Minuti
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • Bucce di arancia biologiche
  • Zucchero (lo stesso peso delle bucce scolate)

Preparazione e cottura

Preparazione

  1. Lavare bene e asciugare le arance, tagliarle a metà e spremerle con lo spremiagrumi.

    Utilizzare il succo da bere o per la crema di arance, e tenere le bucce.

  2. Tagliare ancora a metà ogni mezza arancia e con un coltellino infilare la punta appena sotto la pellicina che è rimasta attaccata alla buccia e tirare.

    Bisogna prenderci un po’ la mano, ma poi sarà semplice “scarnificate” le bucce di arancia.

  3. Il risultato ottenuto: tante bucce e un’enormità di pellicine.

    Ora mettere le bucce in una terrina capiente, versare acqua quanto basta per coprirle. Lasciarle a bagno tutta la notte, al mattino cambiare l’acqua e al pomeriggio procedere con la cottura.

  4. Scolare e tagliare le bucce per il lato lungo a listelli larghi circa mezzo centimetro.

    Pesare le bucce scolate, metterle in una pentola molto capiente e aggiungere lo stesso peso di zucchero.

Cottura

  1. Portare ad ebollizione, mescolando spesso. Lo zucchero si scioglierà formando uno sciroppo piuttosto liquido.

    Cuocere lasciando sobbollire a fuoco lento per 5 minuti, poi spegnere il fuoco.

  2. Far riposare le bucce d’arancia nello sciroppo senza toglierle dalla pentola per 30 minuti.

    Riaccendere il fuoco e ripetere la stessa procedura, bollire 5 minuti, riposare 30 minuti, per altre 2 volte.

    Lo sciroppo diventerà man mano più denso fino ad essere assorbito quasi tutto dalle scorze d’arancia.

  3. Dopo la terza cottura spegnere e lasciar intiepidire per 10 minuti ed estrarre, aiutandosi con una schiumarola o due forchette, le scorze d’arancia candite e posizionarle sulla leccarda rivestita di carta forno.

    Distanziarle bene in modo che non rimangano appiccicate tra loro, eventualmente usare 2 teglie grandi.

    Quando le scorzette saranno completamente fredde metterle ad asciugare per un giorno nel forno spentogirandole un paio di volte.

    Pronte da gustare, buone, buone, buone.

    Prova a cucinare i Cavallucci con le scorzette caserecce, sentirai che bontà, clicca QUI per la ricetta.

Golosando sempre più…

Variazioni

Con lo stesso procedimento si possono candire anche le bucce dei limoni.

Conservazione

Chiuse in un barattolo ermetico si conservano per un paio di settimane in frigorifero. Si possono mettere in sacchetti di plastica e congelare per avere scorze d’arancia candite in quantità disponibili tutto l’anno.

Seguimi

Clicca QUI per seguire la pagina Facebook GOLOSANDO e vedere le nuove ricette. Torna alla HOME.

/ 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.