Gattó di patate

Il gattó di patate è un piatto ormai tipico della cucina partenopea e che, rivisitato, viene preparato in tutto il sud Italia. Consiste in un pasticcio di patate, arricchito con salumi a piacimento. In realtà questo piatto fu portato in Italia da cuochi francesi che lavoravano presso la corte del Regno delle due Sicilie verso la fine del 700 e poi, solo successivamente, arrivò a Napoli, dove subì diverse modifiche, sia per quanto riguarda il nome, che passò da “gateau” a “gattó”, che negli ingredienti.

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione30 Minuti
  • Tempo di cottura45 Minuti
  • Porzioni4
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

  • 1 kgpatate
  • 1uova
  • 40 gparmigiano Reggiano DOP grattugiato
  • 40 gpecorino romano grattugiato
  • 100 gmortadella
  • 200 gprovola
  • q.b.pangrattato
  • q.b.sale

Preparazione

  1. Per preparare il nostro gattó come prima cosa lessiamo le nostre patate.

  2. Intanto prepariamo ciò che ci servirà per l’interno del nostro gattó, ovvero l’uovo, i formaggi grattugiati e la provola e la mortadella tagliate a dadini.

  3. Quando le patate saranno cotte le spelliamo e le schiacciamo.

  4. Aggiungiamo nella ciotola con le patate schiacciate tutti gli ingredienti e mescoliamo velocemente con le mani, giusto il tempo di amalgamare il tutto.

  5. A questo punto imburriamo un ruoto dal diametro di 22 cm e poi cospargiamolo di pangrattato.

  6. Mettiamo l’impasto all’interno del ruoto e cospargiamo di altro pangrattato e di parmigiano grattugiato.

  7. Cuociamo in forno statico a 200 gradi per circa 45 minuti.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!