Primo brodo

Bolle bolle nel pentolino il primo brodo del bambino!

Per chi come me è già mamma conosce molto bene lo svezzamento e tutto quello che ci sta dietro.

Sono sicura che ognuna di noi vorrebbe proporre ai propri bambini prodotti sani e di qualità ed una dieta variata.

Con Riccardo ho deciso di seguire una linea intermedia tra lo svezzamento tradizionale e l’auto-svezzamento: ho proposto da subito omogeneizzati preparati in casa da me ma lo lasciavo comunque assaggiare e mangiare dal nostro piatto quello che lo incuriosiva  .

Ora sto iniziando a proporre cibi diversi dal latte anche a Luca e intendo riprendere e (se possibile) migliorare tutte le ricette pubblicate riproponendovele con una grafica migliore e una spiegazione più dettagliata.

Il primo passo è: il brodo!

primo brodo
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    15 minuti
  • Cottura:
    20 minuti
  • Porzioni:
    5 porzioni
  • Costo:
    Molto Basso

Ingredienti

  • Carote 1
  • Patate 1
  • Zucchine 1
  • Acqua 1 l

Preparazione

  1. Se ne sentono di tutti i gusti e colori sulle modalità di preparazione del primo brodo del bambino e da mamma mi sento di dire che nessuna è giusta o sbagliata.

    Ci sono mamme che usano l’acqua del rubinetto e altre che prediligono l’acqua in bottiglia; altre ancora che inseriscono una verdura alla volta, altre invece che mettono tutto subito.

    Il consiglio principale è quello di parlarne sempre con il pediatra però mi sento anche di dirvi: fidatevi di voi stesse; la mamma è la persona che, meglio al mondo, conosce suo figlio.

    Se la mamma è tranquilla e serena anche il suo bambino lo sarà.

    Detto questo iniziamo:

    • per prima cosa lavate bene tutte le verdure e sbucciatele con cura
    • immergete le verdure intere nell’acqua e ponete la pentola a pressione sul fuoco
    • chiudete il coperchio e iniziate a cuocere, se la patata non è troppo grande saranno sufficienti 20 minuti dal fischio altrimenti aumentate lievemente i tempi di cottura
    • passato il tempo spegnete il fuoco e lasciate che finisca di “sfogare” da sola

    Ecco a voi il vostro brodo da conservare in porzioni da 150 ml. (Io faccio così perché ai miei bambini non è mai piaciuta la pappa troppo liquida ma ovviamente potete fare anche 180 ml, verrà un vasetto in meno).

    Le verdure ovviamente non vanno buttate ma frullate e aggiunte al brodo nel momento in cui si prepara la pappa.

Note

Usate sempre verdura di stagione e per conservare il brodo congelatelo non appena sarà freddo.

Se i vostri bambini non mangiano volentieri la pappa probabilmente perché prediligono i gusti dolci; in questo caso non forzate il bambino, sarebbe un enorme stress per entrambi e il pasto non sarà un momento piacevole come invece deve essere.

Piuttosto per le prime volte potete sostituire la patata con una mela oppure eliminare la zucchina e mettere più carote o ancora la zucca o qualsiasi altro ingrediente più dolce.

Non essendoci il sale giocate con le verdure per creare un sapore per quanto possibile accattivante; secondo me bisognerebbe assaggiare il brodo e poter pensare che lo mangeremmo per cena con della pastina aggiungendoci solo un filo di sale e olio.

Se può esservi utile potete cliccare QUI per la ricetta dell’omogeneizzato di pollo.

Visitate anche la mia pagina Facebook cliccando QUI e lasciatemi un like per rimanere sempre aggiornati!

Precedente Pizza lievitata 24 ore Successivo Pasta fresca all'uovo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.