Pasta fresca al pomodoro

La pasta fresca al pomodoro è una valida variante della classica pasta all’uovo.

L’impasto avrà un delicato color salmone dovuto alla passata di pomodoro.

Questo piatto è adatto a chi preferisce non mangiare uova o a chi vuole restare leggero senza però rinunciare al gusto.

Vediamo insieme la ricetta e qualche consiglio per prepararla:

pasta fresca al pomodoro
  • Difficoltà:
    Bassa
  • Preparazione:
    45 minuti
  • Porzioni:
    3 porzioni
  • Costo:
    Basso

Ingredienti

  • Farina 200 g
  • Passata di pomodoro 100 g
  • Olio extravergine d’oliva 1 cucchiaio

Preparazione

  1. Uno dei due ingredienti principali è la farina, generalmente io miscelo in eguali quantità due tipi di farine: la 00 e la semola di grano duro.

  2. Con la farina formiamo una fontana e vi facciamo il classico buco all’estremità.

  3. Iniziamo a versarci dentro la passata di pomodoro: non deve essere troppo liquida ma nemmeno una di quelle rustiche.

  4. In ogni caso possiamo rimediare alle passate troppo liquide aggiungendo più farina mentre le rustiche possiamo renderle più omogenee aiutandoci con un frullatore ad immersione.

  5. Dopo aver aggiunto il pomodoro aggiungiamo anche l’olio e iniziamo a far cadere la farina nel buco poco a poco.

  6. Sbattiamo con la forchetta sino a che l’impasto non si fa consistente quindi possiamo continuare utilizzando le mani.

  7. Continuiamo a lavorare sino a quando l’impasto sarà liscio e compatto; il colore dovrà essere omogeneo. Serviranno circa dieci minuti.

  8. Formiamo una palla e avvolgiamola nella pellicola trasparente quindi lasciamola riposare per circa un quarto d’ora.

  9. Passato il tempo possiamo iniziare a stenderla, io personalmente preferisco utilizzare il mattarello ma voi potete usare anche l’apposita macchina.

  10. Quando avrete una sfoglia bella sottile potete ricavarne subito della pasta ripiena (in questo modo sarà più semplice far attaccare i due lembi di pasta tra di loro) oppure lasciare asciugare la sfoglia leggermente infarinata.

  11. Lasciamo passare circa una decina di minuti per far asciugar la pasta e poi possiamo tagliarla nel formato che preferiamo.

  12. Questo passaggio è necessario se decidiamo di tagliare della pasta lunga (tagliatelle, tagliolini, pappardelle..) arrotolandola su se stessa, eviterà infatti che l’impasto si appiccichi.

  13. La pasta è pronta per essere cotta e servita!

Note

La pasta fresca al pomodoro va cotta in acqua bollente e salata esattamente come tutti gli altri tipi di pasta ma bastano pochi minuti. Un utile consiglio è quello di aggiungere un cucchiaino di olio all’acqua di cottura per evitare alla pasta di attaccarsi.

Può essere conservata un paio di giorni in frigorifero chiusa in un sacchetto. Si può anche congelare ma per evitare che poi si appiccichi dovrà essere versata nell’acqua bollente da congelata, in questo caso però va cotta un paio di minuti in più.

Se volete anche la ricetta e i consigli per la pasta fresca all’uovo potete cliccare QUI.

Visitate anche la mia pagina Facebook cliccando QUI e lasciatemi un like per rimanere sempre aggiornati!

Precedente Pasta cremosa ai broccoli Successivo Cioccolato natalizio

Lascia un commento

*

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.