Focaccia genovese a lunga lievitazione

Oggi vi lascio la ricetta della mia squisita Focaccia genovese a lunga lievitazione. Ultimamente sono solita prepararla la domenica in modo da poterla gustare qualche giorno. E’ fatta con una lievitazione lunga di circa 5-6 ore ma soprattutto si utilizza pochissimo lievito e questo la rende digeribile e leggera. Provatela, non ve ne pentirete.

Focaccia genovese lunga lievitazioneFocaccia genovese a lunga lievitazione

  • 340 g di farina mista tra 00 e manitoba 
  • 90 g di semola
  • 5 g di lievito di birra fresco oppure 2 g di lievito secco
  • 10 g di olio extra vergine
  • 8-10 g di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 310 ml di acqua tiepida
  • 40 ml di acqua+ 40 ml di olio per il condimento

Per prima cosa prepariamo l’impasto mettendo in una planetaria tutti gli ingredienti e quindi le farine, il sale, lo zucchero, il lievito, l’olio e iniziamo ad azionare la macchina aggiungendo a filo l’acqua finoa ad avere un composto omogeneo e un filino umido e appiccicoso. Se non abbiamo ne robot ne impastatrice possiamo fare a mano in una bull unendo tutti gli ingredienti e poi finendo la lavorazione su una spianatoia. Impastiamo bene per almeno 5 minuti.  Formiamo una bella palla e mettiamola in una bull infarinata e copriamo con la pellicola trasparente. Mettiamo a riposare a temperatura ambiente per mezz’ora, io per esempio la metto nel forno chiuso.

Ora prendiamo l’impasto e rovesciamolo  su una spianatoia in cui ho steso un pochino di semola. Ora procediamo con le PIEGHE che servono a dare forza alla pasta, tirando un lembo della pasta e ripiegandolo verso il centro, ripetendo l’operazione su tutti e 4 i lati. Giriamo la pasta in modo da avere la giuntura in basso e formiamo una palla. Se la pasta fosse appiccicosa ungiamoci appena le mani.

Rimettiamo in forno spento coperta con pellicola e lasciamo lievitare per altri 20-30 minuti. Prendiamo l’impasto e facciamo nuovamente le pighe e di nuovo formiamo la palla e lasciamo lievitare per altri 20-30 minuti per altre due volte 

Dopo l’ultima lievitazione pero formiamo la palla e disponiamola in una bull spolverata con della farina e coperta con pellicola a lievitare in forno spento per tre ore.

Prendiamo l’impasto che ora sarà bello gonfio e disponiamolo su una teglia di misure 30×40 oppure come ho fatto io, sulla leccarda del forno coperta con carta forno e ben unta. Per prima cosa   allarghiamolo bene il panetto con le dita stando pero’ attenti a premere con le dita prima tutti i bordi, in modo da incamerare e trattenere l’aria. Io mentre faccio questa operazione mi sporco le dita con la semola in modo da rendere la pasta piu’ croccante durante la cottura. Stendiamo quindi la pasta premendo con le dita in modo da coprire tutta la teglia e lasciamo lievitare  per circa mezz’ora.

Riepilogo delle lievitazioni per un totale di quasi 5 ore  e mezzo abbondanti

  • 30 minuti —> pieghe
  • 20-30 min—> pieghe
  • 20-30 min —>pieghe
  • 20-30 min —>pieghe
  • 3 ore 
  • 30 minuti 

Ora prepariamo il condimento mescolando in un bicchiere l’acqua con l’olio e distribuiamolo sulla focaccia in modo che la soluzione la copra tutta e che penetri bene nei buchi pigiando . Cospargiamo con un po’ di sale su tutta la superficie e lasciamo riposare qualche altro minuto mentre il forno arriva a temperatura. Inforniamo a 230-250 ngradi per circa 20-25 minuti, fino a quando la superficie è bella dorata.

Se vi piacciono le focacce provate anche questa deliziosa focaccia con pomodorini facile e veloce

 

Seguitemi anche sulla mia pagina FACEBOOK

 

Precedente Cheesecake al pistacchio senza cottura Successivo Pizza di scarola

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.