Risotto con crema di zucca

Ottobre è il mese della zucca, che sia quella di Halloween o la buonissima zucca gialla.
Ho imparato ad apprezzare questo ortaggio solo nell’ultimo anno, quando ho imparato a cucinarla. Il risotto con crema di zucca è il primo piatto che ho fatto, ed ho deciso di farvelo conoscere. Io sono rimasta davvero soddisfatta dal sapore e dalla delicatezza che ha dato la zucca al risotto.
Si prepara in pochissimo tempo ed è sufficiente avere a disposizione un po’ di brodo, della zucca gialla e un po’ di Philadelphia, meglio se è la mousse, perché gli dona quella cremosità in più.

Risotto con crema di zucca

risotto con crema di zucca

Ingredienti (dosi per 4 persone)

350 g. di riso
200 g di zucca (peso netto)

Qualche costa di sedano
2 scalogni
30 g. di burro
120 g. di mousse di Philadelphia
Noce moscata q.b
Grana q.b
Sale q.b

Procedimento
Per prima cosa preparate il brodo: versate in una pentola 2 litri d’acqua, unite uno scalogno, qualche costa di sedano e un pizzico di sale. Fate sobbollire per 15-20 minuti, poi togliete il sedano e lo scalogno.
Tagliate la zucca a dadini, mettetela in un tegame, copritela a filo di brodo e cuocetela finché sarà ben tenera.
A parte fate soffriggere il rimanente scalogno con il burro, unite il riso, fatelo tostare, quindi bagnate con un mestolo di brodo bollente. Continuate la cottura aggiungendo man mano il brodo necessario.
A metà cottura incorporate la zucca frullata e insaporite con abbondante noce moscata. Prima di togliere dal fuoco unite la mousse di Philadelphia e grana a piacere.

risotto con crema di zucca

Curiosità: Se non trovate la mousse di Philadelphia, potete utilizzare quella normale: per darli un po’ di cremosità lavoratela in una ciotolina finché non si sarà ammorbidita, dopo di che aggiungetela al risotto. In alternativa, invece, potete utilizzare la panna da cucina.
Se vi avanza del brodo e non sapete come utilizzarlo, potete benissimo congelarlo in dei sacchetti di plastica fatti appositamente per i liquidi. Se, invece, il brodo lo avete già congelato tempo fa e non avete voglia di farlo di nuovo, utilizzate pure quello a vostra disposizione!

Precedente Farfalle alle mele Successivo Pasta lampo

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.