Crea sito

Fricassea di verdure

Caldo torrido, poca voglia di cucinare, vi riconoscete in questo profilo? Io si, tantissimo! In pratica ho una vera e propria apatia in questi giorni…però ho una famiglia da sfamare e non posso tirarmi indietro, no? Così, ignorando ovviamente il forno che riesumerò a ottobre inoltrato, armata di padella, coltello e cucchiaio di legno, ieri ho fatto una ricetta dopo tanto tempo: la fricassea di verdure! Ebbene si, lo confesso, negli ultimi mesi siamo andati avanti di prosciutto e melone, caprese e tutti quei piatti che richiedevano solo assemblaggio e nessun altro impegno se non quello di portare i bocconi dal piatto alla bocca.

fricassea di verdure blog nella cucina di martina

Fricassea di verdure

Ricetta per 4 persone

  • 2 patate medie
  • 1 melanzana tonda
  • 1 zucchina chiara (da circa 300 g)
  • 20 pomodorini ciliegino
  • 1 spicchio di aglio
  • 1 cipolla bionda
  • 2 cucchiai di olio extravergine di oliva
  • sale
  • pepe

Procedimento

In una padella capiente predisponete l’olio con l’aglio sbucciato e schiacciato, la cipolla sbucciata e tagliata a pezzettini piccoli e cuocete per un paio di minuti. Aggiungete la patata sbucciata e tagliata a cubetti, la melanzana e la zucchina, anch’esse tagliate a cubetti. Per ultimi aggiungete i pomodorini che avrete tagliato a metà. Io i semi non li tolgo perchè mi danno il liquido di cui ho bisogno per tenere la preparazione alla giusta umidità, se però non bastasse, aggiungete dell’acqua, state attenti alla cottura che non c’è cosa peggiore di un piatto di verdure che sa di bruciato 😉 . Aggiustate di sale e pepe e cuocete a tegame coperto per una ventina di minuti (fiamma bassa).

Ha un account facebook segui la mia pagina! clicca qui

Pubblicato da martina

Blog manager per la piattaforma blog Giallozafferano ( Gialloblog) e blogger per hobby. Nel mio blog racconto di me attraverso le ricette che mi piace cucinare... per tutto il resto c'è facebook!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.