TORTA AL PISTACCHIO

La torta al pistacchio è un dolce dal sapore molto raffinato, dove il pistacchio viene esaltato dagli altri ingredienti. Sembra lungo da fare perché si debbono preparare quattro basi per il dolce cioè: il pan di spagna, la camy cream al pistacchio, la bagna e la glassa lucida, ma vi assicuro che è molto semplice da fare. Questa torta è ideale nelle feste, a fine pasto o come presente per amici e parenti.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Torta al pistacchio. Una torta raffinata per le feste
  • Preparazione: 30 Minuti
  • Cottura: 45/50 Minuti
  • Difficoltà: Medio
  • Porzioni: Per una torta da 28 cm

Ingredienti

Per il pan di spagna

  • 150 g Zucchero
  • 90 g Farina 00
  • 90 g Fecola di patate
  • 6 Uova (Medie)
  • 1 bustina Vanillina
  • 1 pizzico Sale

Per la camy cream al pistacchio

  • 500 g Mascarpone
  • 250 ml Panna fresca liquida
  • 170 g Latte condensato
  • 25 g Pasta di pistacchi

Per la bagna

  • 80 ml Amaretto (liquore)
  • 40 ml Acqua
  • 40 g Zucchero

Per la glassa lucida

  • 250 g Zucchero
  • 170 ml Acqua
  • 150 ml Panna fresca liquida
  • 75 g Cacao amaro in polvere
  • 12 g Colla di pesce
  • 1 pizzico Sale

Preparazione

Pan di spagna e la camy cream

  1. Per l’esecuzione del pan di spagna vi rimando alla ricetta dettagliata cliccando qui. La stessa cosa anche per la camy cream al pistacchio. Dove troverete tutti i procedimenti molto semplici.

La bagna

  1. Una volta preparato il pan di spagna e la camy cream al pistacchio ci possiamo dedicare nella preparazione della bagna. In un pentolino far sciogliere lo zucchero nell’acqua creando lo sciroppo base. Prima di spegnere il fuoco versare il liquore all’amaretto e lasciar bollire per due minuti. Spegnere e lasciare raffreddare.

La glassa al cioccolato lucida

  1. In un tegamino setacciare lo zucchero con il cacao amaro e un pizzico di sale. Miscelare l’acqua alla panna in una caraffa.

    Versare l’acqua con la panna nella miscela di zucchero e cacao iniziando a creare una bella crema senza grumi. Appena abbiamo finito gli ingredienti mettere il pentolino sul fuoco dolce tenendo mescolata la glassa e portarla alla temperatura di 103° controllando con un termometro da cucina. Spegnere e versarla in un contenitore con il beccuccio tipo una caraffa.

    Mettere la colla di pesce ad ammollare in acqua freddissima. Appena la glassa raggiunge la temperatura dai 50° ai 60° aggiungere la gelatina facendola sciogliere completamente.

    La glassa sarà pronta da versare sulla torta quando raggiunge i 35° – 40°, cioè la temperatura corporea.

Assemblaggio della torta

  1. Ora la parte più divertente: l’assemblaggio della torta al pistacchio.

    Tagliare il pan di spagna in due dischi e inumidirli con la bagna al liquore. Sopra a un primo disco versare un pò più della metà della crema al pistacchio e con una spatola stenderla uniformamente. Collocare il secondo disco sopra e bagnarlo con la bagna. Stendere su tutto il dolce, anche nei lati la camy cream rimanente. Una volta che abbiamo lisciato la torta inserirla nel freezer per almeno una notte.

    Il giorno seguente mettere la torta sopra a una gratella e versare la glassa al cacao lucida coprendola uniformamente, partendo dal centro del dolce. Vi ritroverete specchiati sul dolce! Decorare con pistacchi o altre leccornie a piacere, ma meno metterete più è attraente dovuto al fatto della glassa lucida.

    La nostra torta al pistacchio è pronta per essere letteralmente divorata!

  2. Torta al pistacchio. Una torta raffinata per le feste

    BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consiglio

Consiglio la conservazione nel frigo come tutti i dolci che hanno delle creme per al massimo 3-4 giorni. Per chi volesse anticipare un poco il lavoro è possibile acquistare dal proprio forno di fiducia il pan di spagna. Se non si possiede un termometro da cucina controllate la temperatura della glassa facendola bollire per due minuti prima di spegnerla. La glassa è possibile farla il giorno prima mettendola nel frigo coperta a contatto con una pellicola e portandola ai 36° sul fuoco quando dobbiamo servircene. Questo tipo di glassa rimane molto morbida, quindi non è una glassa al cioccolato croccante. Per quanto riguarda alla bagna, facendo bollire il liquore perde il tasso alcolico, quindi il dolce è adatto anche ai bambini, in quanto viene solo aromatizzato alla mandorla.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.