PEPERONATA CLASSICA

La peperonata classica è una pietanza di origini siciliane. Un piatto mediterraneo che si abbina a carni, formaggi e perché no? Anche sulle bruschette. La peperonata è ottima sia come contorno che antipasto e si può servire sia calda che fredda. Si adatta anche come piatto unico accompagnandola con del riso cotto al vapore o al cous cous. Questa pietanza prende il nome dal suo ingrediente principale: il peperone che viene stufato con cipolle, pomodori, basilico. Ci sono molte varianti della peperonata dove vengono aggiunte anche le melanzane, patate, capperi, olive etc… questa è la mia versione tramandatami da mia madre.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Peperonata. Un contorno classico e saporito
  • Preparazione: 10 Minuti
  • Cottura: 1 Ora
  • Difficoltà: Bassa
  • Porzioni: 4 Persone

Ingredienti

  • 300 g Pomodori (Sia maturi che verdi)
  • 3 Cipolle rosse di Tropea (Medie)
  • 2 Peperoni gialli
  • 2 Peperoni verdi
  • 2 Peperoni rossi
  • q.b. Olio extravergine d'oliva
  • q.b. Sale

Preparazione

  1. Iniziare a pulire tutte le verdure partendo dall’ingrediente principale i peperoni. Lavarli e asciugarli bene, tagliarli a metà per il verso lungo e togliere il picciolo con i semi e i filamenti bianchi interni. Tagliarli in pezzi non troppo piccoli per non farli scomparire in cottura.

    Prendere i pomodori lavarli, asciugarli e tagliarli in quattro pezzi (se sono molto grossi anche in 6 o più pezzi) e unirli in una ciotola assieme ai peperoni. Fare la stessa cosa con la cipolla di Tropea e anch’essa non deve essere tagliata troppo finemente.

    In una casseruola versare un filo d’olio evo e versarvi tutte le verdure senza aggiungere acqua o brodo, cercando di far uscire l’acqua per la cottura dalle verdure stesse. Aggiungere il sale a piacere.

    Il tempo di cottura varia molto a seconda del proprio gusto personale, personalmente la faccio andare per circa un’ora e mezza per far si che s’insaporisca bene e che diventi un poco sfaldata da poter far companatico.

    Se si abbina la peperonata al cous cous sarebbe meglio un grado di cottura più croccante e con meno pomodoro, diventando così, un piatto unico che si può gustare anche freddo nei giorni estivi.

    Trascorso il tempo di cottura desiderato servire la peperonata classica come contorno o antipasto accompagnandola con un vino rosso come il Nobile di Montepulciano.

  2. BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consiglio

Consiglio di conservare la peperonata nel frigo per tre o quattro giorni chiusa in un contenitore ermetico. Se la si vuole congelare, consiglio di farla a crudo e cucinarla ancora surgelata. Se vi piacciono i sapori mediterranei consiglio anche la pasta con la caponata, ottima anche tiepida.

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.