ANKO KOSHI-AN

L’anko koshi-an è la marmellata di fagioli azuki giapponese divenuta famosa essendo il ripieno dei dorayaki, dolci simili ai pancakes, i quali divenuti famosi grazie al goloso gatto robot Doraemon del omonimo cartone animato. Esistono due versioni dell’anko: l’anko tsubu-an una marmellata grezza poco frullata dove si notono ancora i piccoli fagioli azuki e l’anko koshi-an più omogenea e vellutata, quella della mia versione simile a una crema spalmabile. Il sapore di questa marmellata ha poco a vedere con il sapore dei fagioli, ma mi ricorda molto la marmellata di castagne. La ricetta è spiegata in due versioni: originale partendo dai legumi secchi e quella veloce con i fagioli azuki acquistati già cotti in scatola per chi non li riesce a reperire secchi nei vari negozi orientali.

Per non perdere le mie ricette seguimi su Facebook.

Anko koshi-an. Marmellata giapponese di fagioli azuki rossi
  • DifficoltàBassa
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione10 Minuti
  • Tempo di cottura1 Ora 10 Minuti
  • Porzioni4 Persone
  • Metodo di cotturaFornello
  • CucinaGiapponese

Ingredienti

Anko con fagioli secchi

  • 250 gFagioli azuki (secchi)
  • 250 gZucchero
  • 1 pizzicoSale
  • q.b.Acqua

Anko con fagioli già cotti

  • 400 gFagioli azuki (già cotti)
  • 200 gZucchero
  • 50 mlAcqua

Strumenti

  • 2 Vasetti da 250 g circa
  • 1 Pentola
  • 1 Colino
  • 1 Frullatore / Mixer

Preparazione

Ricetta originale

  1. La prima cosa per preparare l’anko è mettere in ammollo i fagioli azuki in acqua per tutta la notte.

  2. Il giorno seguente mettere i fagioli a cuocere per una decina di minuti nella loro acqua di ammollo.

  3. A questo punto scolare i fagioli sciacquandoli sotto al getto di acqua del rubinetto e rimetterli a cuocere con il doppio dell’acqua del loro peso.

  4. Aggiungere un pizzico di sale e proseguire la cottura per un’ora circa, sino a quando saranno teneri.

  5. Quando i fagioli azuki saranno teneri, scolarli e inserirli in una pentola assieme allo zucchero e un poco di acqua (50 ml circa).

  6. Scaldare i fagioli, sempre mescolando, sino a quando lo zucchero si sarà sciolto. Basteranno pochi minuti.

  7. Versare i fagioli addolciti nel boccale del frullatore e rendere il tutto una bella crema liscia e vellutata.

  8. Riporre la crema sul fuoco facendola addensare come per una marmellata con altra frutta.

  9. L’anko koshi-an sarà pronto quando mescolando si intravede il fondo della pentola.

  10. Inserire l’anko ancora caldo nei vasetti di vetro sterilizzati, chiuderli e capovolgerli sino a quando si saranno raffreddati e formato il sottovuoto.

Ricetta veloce con i fagioli già cotti

  1. Per chi non riesce a reperire i fagioli azuki secchi, l’unico modo per poter fare in casa questa prelibatezza è acquistare online i fagioli al naturale biologici in scatola.

  2. Questa versione dell’anko è anche molto più veloce, bastano solo 20 minuti totali.

  3. Sgocciolare e sciacquare i fagioli azuki sotto al getto dell’acqua corrente e inserirli in un pentolino assieme allo zucchero e a 50 ml di acqua.

  4. Portare sul fuoco e far sciogliere lo zucchero, come nella precedente ricetta.

  5. Versare i fagioli addolciti nel boccale del frullatore e creare la crema vellutata.

  6. Fare addensare la marmellata, versarla nei vasetti, come nella ricetta originale con fagioli secchi.

  7. L’anko koshi-an è pronto per essere servito assieme ai dorayaki, sopra a una fetta biscottata per colazione o divorata a cucchiaiate!

    BUONA DEGUSTAZIONE!!!

Consigli

Conservare l’anko nel frigo per un mese. Da tenere presente che lo zucchero è sempre la metà del peso dei fagioli azuki cotti, quindi consiglio anche nella ricetta originale di pesare i fagioli appena saranno cotti e aggiungere la metà dello zucchero. Per chi ama i pezzi di frutta, in questo caso di fagioli, nella marmallata basterà frullare pochissimi secondi e prenderà il nome di anko tsubu-an, la marmellata preferita da farcire i dorayaki. Amate il Giappone? Provate anche lo sushi fatto in casa.

5,0 / 5
Grazie per aver votato!

Pubblicato da Sandra Bigarelli

Salve a tutti, sono un'appassionata di cucina e in special modo di dolci. Generalmente sono tradizionalista legata alla nostra cucina italiana, ma al tempo stesso non disdegno sperimentare con nuovi ingredienti dedicandomi a paesi orientali e non solo, dove usano spezie dal profumo particolare e dai colori sgargianti. Ho deciso di aprire un blog per avere sempre a portata di mano un mio personale diario riguardante alle ricette o notizie sulla nutrizione e salute, naturalmente parlando ed esponendo d'appassionata e non da addetta ai lavori. Spero che il mio diario vi piaccia e magari lasciate un commento con cui dialogare sugli articoli esposti... ;-) La mia ricetta preferita? La semplicità degli ingredienti...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.