TORTA salata di RISO Genovese

TORTA salata di RISO Genovese

TORTA salata di RISO Genovese

Una torta salata facilissima a base di riso uova e formaggio tipica della cucina povera della tradizione ligure.  

Da gustare sia calda che fredda, un classico comfort food, economico (tutti sazi con poca spesa!) facile e veloce che piace anche ai bambini.

Ha l’ulteriore vantaggio di poter essere preparata in anticipo: perfetta tagliata in piccoli cobetti da servire in un aperitivo o in un buffet in piedi, super pratica da portare nelle gite fuori porta perché non sporca anche se mangiata con le mani, e perché no da mettere nella “schiscetta” e portare in ufficio.

La torta salata di riso genovese, tipica della Riviera di Levante ormai si è diffusa in tutta Italia

Come tutte le ricette della tradizione ve ne sono diverse varianti: a cominciare dalla pasta che può essere sia pasta matta, che pasta sfoglia o addirittura non essere presente ed in questo caso l’impasto è cotto direttamente in una teglia unta di olio.

Anche gli altri ingredienti della ricetta possono variare, quello che non dovrebbe però mancare mai è la prescinseua, una cagliata fresca leggermente acidula, tipica della Liguria.

Mi rendo conto che sia tutt’altro che facile da trovare e per questo in fondo alla ricetta troverete delle possibili soluzioni che comunque non stravolgono il gusto semplice ma saporito di questa ottima torta salata.

Dimenticavo, ovviamente la versione che vi presento oggi è quella della mia mamma, genovese doc ed ottima cuoca.

TORTA salata di RISO Genovese

  • DifficoltàMolto facile
  • CostoMolto economico
  • Tempo di preparazione20 Minuti
  • Tempo di cottura35 Minuti
  • Porzioni6/8 persone
  • Metodo di cotturaForno
  • CucinaItaliana

Ingredienti

per la pasta matta

  • farina Manitoba (160 g)
  • acqua (tiepida 80 ml)
  • olio extravergine d’oliva (2 cucchiai)
  • sale (1 pizzico)

per il ripieno

  • latte intero (1 litro)
  • riso Carnaroli (150 g)
  • ricotta (250 g)
  • uovo (1 intero)
  • parmigiano Reggiano DOP (80 g grattugiato)
  • noce moscata (1 pizzico)
  • maggiorana (secca o fresca 1 rametto)
  • sale (q.b.)

Preparazione

preparazione pasta matta

  1. Mettete la farina su una spianatoia, aggiungete un cucchiaio di olio extra vergine di oliva e un pizzico di sale.

    Versate poco per volta l’acqua e cominciate ad impastare: lavorate fino ad otterrete un impasto elastico ed omogeneo.

  2. Formate una palla, rifasciate con pellicola trasparente per alimenti e riponete a riposare per circa 30 minuti.

preparazione riso

  1. In una pentola capiente mettete il latte e portatelo ad ebollizione.

    Raggiunto il bollore buttate il riso ed aggiungete il sale, rispettando i tempi di cottura indicati in confezione (vi consiglio in ogni caso di assaggiarlo, deve essere leggermente al dente).

  2. Quando il riso sarà cotto toglietelo dai fornelli ed aggiungete gli altri ingredienti: ricotta, parmigiano grattugiato, uovo, la maggiorana e noce moscata.

    Mescolate il tutto per amalgamare con un cucchiaio e lasciate raffreddare.

preparazione torta salata

  1. Riprendete la pasta, stendetela con il mattarello e adagiatela su una teglia di diametro 22 foderata con carta forno.

    Bucherellate il fondo con una forchetta in modo da evitare che si gonfi in cottura.

  2. Versate all’interno il composto di riso e ripiegate la sfoglia verso l’interno creando un bordo.

    E’ normale che il ripieno di riso sia molto liquido, non vi preoccupate si asciugherà e rassoderà in cottura.

cottura

  1. Cuocete in forno statico a 180 gradi per circa 40 minuti. I tempi sono indicativi e dipendono dal tipo di forno, quando sarà cotta la pasta risulterà dorata e la superficie della torta marroncina.

    Sfornatela e lasciatela leggermente raffreddare prima di servirla.

  2. La mia mamma la accompagna ad una salsina al pomodoro leggermente piccante…ve la consiglio!

CONSERVAZIONE

Una volta pronta la torta di riso salata genovese si conserva in frigorifero, in un contenitore ermetico per 3 – 4 giorni al massimo.

Se avete utilizzato solo ingredienti freschi potete surgelarla (durata massima 1 mese). In questo caso prima di gustarla nuovamente vi consiglio di metterla 5-10 minuti in forno per fare ritornare croccante l’involucro di pasta matta.

CONSIGLI

Visto che proseguirà la sua cottura in forno vi consiglio di scolare il riso leggermente al dente.

Quando aggiungete gli altri ingredienti al riso fate attenzione che non sia troppo caldo altrimenti le uova rischierebbero di diventare strapazzate.

La prescinseua, è un tipico latticino genovese che corrisponde alla cagliata di latte. Al di fuori del territorio regionale ligure non è facile trovarla. Potete sostituirla con dello stracchino, meglio se dal gusto un pò acidulo, leggermente allungato ed amalgamato con un pò di latte.

VARIANTI

Torta di riso salata genovese senza sfoglia.

Questa torta salata si può preparare anche senza impasto, come nella variante tipica del territorio di La Spezia. In questo caso una volta cotto il riso aggiungete abbondante parmigiano grattugiato, le uova sbattute con un pochino di latte, regolate di sale e pepe e versate direttamente nella teglia. Affinchè la torta di riso non si attacchi vi consiglio di imburrate la teglia e cospargetela con abbondante pangrattato come fareste per un polpettone di verdura. Cuocete in forno statico a 200 gradi per circa 45 minuti.

 

Per una variante più saporita e gustosa aggiungere 30 grammi di funghi porcini secchi, precedentemente ammollati in acqua tiepida nell’impasto.

Segui A Tavola con Tea su Instagram cliccando il seguente link https://www.instagram.com/atavolacontea_

Per consultare altre ricette torna alla home page cliccando qui https://blog.giallozafferano.it/atavolacontea/

4,9 / 5
Grazie per aver votato!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.