Pasta Frolla Vegana Limone & Vaniglia

Nella mia rubrica vegana di qusto periodo, non poteva certo mancare la mia preferita, la Pasta Frolla Vegana! Questo tipo di preparazione ha diverse varianti, sul web si trovano diverse ricette, diverse varianti con l’olio di semi, di cocco, oppure d’oliva, io personalmente ho voluto provare a produrre in casa il burro vegano (prima o poi arriverà anche la ricetta), e devo dire che la versione che sto per proporvi è quella che mi soddisfa di più, anche se non si finisce mai di studiare e fare ricerca; il burro vegano lo si può trovare anche in commercio. Non sono vegana, mi sto avvicinando a questo mondo perchè ho delle persone accanto che lo sono e mi rendo conto che la richiesta di prodotti di pasticceria vegana è aumentata ed è giusto che sia così, per cui mi tengo al passo con i tempi, restando sempre più affascinata, non finirò mai di imparare e ho ancora tanta strada davanti. Detto questo, la ricetta di oggi ve la consiglio per crostate tartellette e se omettete il lievito, anche per i biscotti. Non vi resta quindi che procurarvi i pochi ingredienti necessari ed iniziare ad impastare la vostra Pasta Frolla Vegana Limone e Vaniglia!

ALLACCIATEVI IL GREMBIULE E COMINCIAMO!

Sul blog potete trovare altre ricette di Pasta Frolla:

  • DifficoltàFacile
  • CostoEconomico
  • Tempo di preparazione5 Minuti
  • Tempo di riposo8 Ore
  • Porzioni6 Persone
  • Metodo di cotturaForno elettrico

Ingredienti

260 g farina 00 (più q.b. per l’impasto)
80 g zucchero a velo (oppure zucchero a velo di canna )
80 g burro vegano (oppure burro di cocco)
60 latte di soia (oppure un’altra bevanda vegetale)
1 g sale
2 scorza di limone
1 baccello di vaniglia
1 cucchiaino lievito chimico in polvere (per ottenre una frolla più morbida, ma si può omettere)

Strumenti

1 Planetaria
oppure1 Ciotola
1 Spianatoia
1 Pellicola per alimenti

Passaggi

FASE 1:

Come primo passaggio mettere il burro vegano in planetaria con lo zucchero a velo, il sale, la scorza di limone e i semi di vaniglia, lavorare a crema il tutto con lo strumento a foglia. Aggiungere poi il latte e la farina con il pizzico di lievito (in questa fase è possibile aggiungere del colorante alimentare giallo in polvere se lo si desidera).

FASE2:

Lavorare in planetaria fino a quando si ottiene un panetto sodo e non appiccicoso. Appiattire la pasta frolla con le mani, avvolgerla nella pellicola per alimenti e metterla in frigorifero a rassodare per almeno 8 ore. Trascorse le ore necessarie di riposo, la frolla è pronta per le vostre preparazioni. Io l’ho utilizzata per preparare una crostata ripiena di confettura di frutti di bosco e crema pasticcera vegana. Ecco la mia versione della Pasta Frolla Vegana Limone e Vaniglia!

Aledolceale consiglia: “La Pasta Frolla Vegana Limone e vaniglia si conserva in frigorifero avvolta nella pellicola, per 2/3 giorni. Se volete dare un tocco di colore alla frolla, aggiungete del colorante alimentare giallo in polvere, a base vegetale, alla farina prima d’impastare; buon appetito!”

/ 5
Grazie per aver votato!