Cucina Casalinga per Cani – Alimenti Vietati

Buongiorno! Oggi inauguro una nuova categoria: la cucina per Cani. Cercherò di proporre ricette gustose sia per il cane che per l’umano, anche se in realtà nascono per i nostri amici a quattro zampe. Darò il più possibile spiegazioni scientifiche e nutrizionali sul perché è stato scelto un ingrediente piuttosto che un altro. Come tester, ben felice di questa nuova categoria, la mia Labrador Chocolate (eh si, la passione per i dolci risalta anche nella scelta del cane 😀 ), Emmylou. I labrador sono famosi per mangiare qualsiasi cosa, anzi, bisogna fare attenzione che non mangino troppo perché tendono ad ingrassare, comunque non è complesso farla felice. Premetto che io non la nutro con cibo casalingo, le piacciono tantissimo delle crocchette anatra e riso e le va bene così, però spesso integro con alimenti cucinati da me, e ancora più spesso preparo degli snack. I suoi snack preferiti saranno la prima ricetta che pubblicherò, ma oggi vorrei spendere due parole per i cibi proibiti, che avvelenano il cane e che quindi non troverete mai in queste ricette.

Alimenti vietati:

-CIOCCOLATO: nonostante il mio cane sia un chocolate non potrà mai assaggiare il cioccolato. Il cioccolato fondente è il peggiore a causa della alta percentuale di teobromina, sostanza che nei cani può provocare tremori, battito irregolare, sete eccessiva e addirittura la morte. Tenere lontano il cioccolato dalla loro vista e dal loro naso. La teobromina è un alcaloide naturale presente nelle piante di cacao (e anche in piccole percentuale nelle foglie di tè), anche per gli uomini è tossica, però viene metabolizzata molto velocemente quindi i fattori negativi (azione stimolante del sistema nervoso, azione diuretica e vasodilatatore) sono trascurabili mentre un cane o un gatto metabolizzano molto lentamente, per esempio un cane di piccola taglia potrebbe intossicarsi gravemente già con 50 grammi di cioccolato fondente.

-AGLIO e CIPOLLE: l’aglio e le cipolle, e le loro bucce possono danneggiare i globuli rossi quindi il consumo regolare può essere la causa di una anemia emolitica.

-ZUCCHERO e DOLCIUMI: i cani in natura non mangerebbero mai dei dolciumi, dello zucchero, quindi il loro consumo provocherebbe problemi di carie e tartaro nei denti, aumento di peso e non ultimo, diabete. Come sostituto del saccarosio nei cibi dei cani, esiste lo xilitolo, zucchero del legno, meno calorie ma stesso potere dolcificante, ma fate attenzione perché può procurare problemi al fegato.

-LATTICINI e GELATO: il mio cane d’estate è ghiotto di gelato (ovviamente senza cioccolato), però alcuni cani possono soffrire di intolleranza al lattosio, non hanno enzimi per digerire latticini, e in più è molto ricco di zuccheri, quindi vedi punto precedente. Per quanto riguarda i latticini, gli enzimi per digerirli continuano a non averli, fatta eccezione di grana e parmigiano (che pochi sanno NON contengono lattosio), che uso in caso di diarrea (anche questo spiegherò in futuro), e lo yogurt che comunque aiuta a mantenere la flora batterica intestinale (pubblicherò per l’estate una ricetta di gelato per cani fatto con lo yogurt).

-FRUTTA SECCA, AVOCADO e UVA: Per quanto riguarda la frutta fresca  uva e uvette sarebbero da evitare in quanto parrebbero causare letargia, depressione, problemi renali, vomito e iperattività. Anche l’avocado è pericoloso per il nostro cane, infatti contiene una tossina fungicida, persin, che causa problemi di digestione. Ottime mele, pere, banane, sempre in parsimonia sia per lo zucchero che contengono, che perché la compresenza di frutta e proteine nello stomaco potrebbe creare problemi di digestione. Evitare gli agrumi. Il mio cani proprio ne odia l’odore quindi non c’è pericolo. Provoca acidità di stomaco. La frutta secca in generale, soprattutto noci e noci di macadamia, è molto tossica, può provocare tremori, debolezza, paralisi e in alcuni casi anche la morte.

-SOLANACEE: Le solanacee come patate, pomodori, peperoni e melanzane non sono il massimo (escluse le patate), e molto tossici sono germogli e foglie.

-SALE: Cibi troppo salati possono provocare crisi epilettiche, e sono comunque da evitare anche quelli salati normalmente, se non si ha a disposizione una ciotola di acqua fresca.

-UOVA CRUDE: Le uova crude ovviamente possono portare la salmonella, dannosa per gli umani ma anche per i quadrupedi. Inoltre l’albume crudo contiene sostanze che annullano il lavoro di alcuni enzimi, come la biotina, responsabile della crescita del pelo, contenuta invece nell’uovo cotto, che va benissimo (infatti lo useremo spesso nelle ricette degli snack).

-OSSA, OSSICINI: I cani sono sempre felici di rosicchiare, ma delle ossa troppo piccole possono causare problemi di digestione e di respirazioni. Gli animali rischiano di strozzarsi o di subire lesioni interne. Sempre da evitare ossa di maiale, soprattutto se crude.

12742044_10207543933569753_7816776325648573175_n

Precedente Dentice e Fave in 2 cotture Successivo Cheesecake al cioccolato con base di riso soffiato

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.