Taralli nzogna e pepe

Taralli nzogna e pepe… prodotto tipicamente napoletano.Sono piccole ciambelle intrecciate, friabili e croccanti, con quel sapore forte di pepe e l’odore di strutto al punto giusto, per non parlare della mandorla che è la ciliegina sulla torta. Appena caldi sono ancora più saporiti, ricordo quando ero piccola, mia nonna che si recava apposta a Napoli per comprarli, e che buon sapore… Poi per caso trovo una ricetta di Raffaele Pignataro… e come potevo non provarla! Beh, che dire, posso solo affermare che il sapore mi ha ricordato perfettamente quello dei taralli che mangiavo tanti anni fa, quel sapore che ti rimane impresso per sempre, insomma la ricetta che ho sempre cercato! Ma vediamo quindi come preparare questi ottimi taralli nzogna e pepe. La ricetta originale di Raffaele Pignataro la trovate QUI

Taralli nzogna e pepe

Taralli nzogna e pepe

Ingredienti per circa 9 taralli grandi:

Per il lievitino:

100 g di farina 00

80 g di acqua tiepida

1 g di zucchero

8 g di lievito di birra fresco

Per l’impasto:

400 g di farina 00

100 g di acqua tiepida

200 g di strutto

150 g di mandorle sgusciate

20 g di sale

3-4 cucchiaini di pepe

5 g di malto o miele

30 mandorle circa per decorare

Preparazione:

preparare il lievitino, unendo in una ciotola lo zucchero e la farina. Unire poi l’acqua tiepida con all’interno il lievito sciolto e impastare velocemente con un cucchiaio fino ad ottenere una specie di crema un po solida.

Coprire con pellicola e lasciare lievitare per circa 50 minuti.

In una teglia versare i 150 g di mandorle e infornare a 200°C per circa 8 minuti in modo da tostarle leggermente. Lasciarle raffreddare, dopodiché tritarle abbastanza grossolanamente in un mixer.

Trascorso il riposo per il lievitino, riprenderlo e aggiungere tutti gli altri ingredienti. Iniziare quindi ad impastare evitando di lavorare troppo l’impasto, altrimenti i taralli non diventeranno friabili ma gommosi. L’impasto ottenuto deve essere dalla consistenza morbida e per nulla tenace, ma allo stesso tempo compatto.

Versare l’impasto sulla spianatoia e formare tante palline da circa 60 grammi. Da ogni pallina ottenere un salsicciotto lungo circa 20 cm. Intrecciare quindi due salsicciotti tra loro e unirli a cerchio formando il tarallo.

Continuare così con il resto dei salsicciotti e sistemare i taralli ottenuti su una teglia ricoperta di carta forno.

Bagnare le mandorle prima di attaccarle sui taralli evitando così che si stacchino in cottura. Coprire e lasciare lievitare per 2-3 ore fino a quando saranno lievitati (non lieviteranno tantissimo).

Spruzzare i taralli con dell’acqua e infornarli in forno già caldo a 180°C per circa 50-55 minuti fino a ottenere una bella doratura, stando attenti però a non bruciarli.

Possono essere conservati per alcuni giorni in un contenitore ermetico.

Per vedere la video ricetta dei “Taralli nzogna e pepe” clicca QUI

Se vuoi seguirmi anche su Facebook clicca Ma petite cuisine e lasciami un like👍

Alla prossima ricetta…

Semplicemente Annarita 😉

 

Precedente Crostini di pane Video ricetta Successivo Crostata alla crema pasticcera e mele

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.