Sfogliatine capresi di Luca Monersino

Le sfogliatine capresi sono una vera e propria delizia. Quando le ho viste preparare da Luca Montersino in una trasmissione televisiva, me ne sono innamorata all’istante.

Il segreto sta nella presenza dell’amido di mais nel ripieno: questo asciuga il sughetto dei pomodorini mantenendo la croccantezza della pasta sfoglia che, altrimenti, si inzupperebbe e resterebbe cruda.

Si  possono preparare anche con largo anticipo. Poco prima di servire accendere il forno portandolo a 220° , e metterle dentro per circa 1-2 minuti. Sembreranno appena fatte! Sono buonissime anche a temperatura ambiente.

Sono velocissime da fare, basta avere un rotolo di pasta sfoglia in casa e il gioco è fatto.

Provatele e non ve ne pentirete.

Ecco la ricetta per fare le sfogliatine capresi

Ingredienti

Pasta sfoglia

Pomodori    600 gr.

Sale

Olio extravergine di oliva   75 gr.

Amido di mais   40 gr.

Basilico   12 gr.

Mozzarella

Sfogliatine capresi 01 .LOGO JPG

 

 

Tagliare i pomodorini a pezzettini e metterli in una ciotola.

Condirli con olio extravergine di oliva, sale, il basilico spezzettato e l’amido di mais. e

Se non si hanno i pomodori San Marzano, utilizzate quelli che avete. L’importante è che non siano acerbi.

Foderare con la pasta sfoglia degli stampini di circa 10 cm. di diametro. Va benissimo anche la teglia per fare i muffin.

Bucherellare la base con i rebbi di una forchetta.

Versare in ogni stampino un pochino di ripieno.

Cuocere in forno già caldo per circa 15 minuti.

Trascorso questo tempo, mettere sopra ogni stampino dei dadini di mozzarella.

Rimettere in forno per qualche minuto, giusto il tempo di far fondere la mozzarella.

Servire tiepidi, ma sono buonissimi anche freddi, e decorare con qualche fogliolina di basilico.

 

Consiglio

La ricetta originale di Luca Montersino prevede l’utilizzo di pomodorini cherry ma vanno benissimo anche altri tipi di pomodori purché non siano acerbi.

 

Buona appetito

Margi

Mi trovate anche su Facebook

Precedente Lasagne tricolori Successivo Hamburger fatti in casa

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.