cartellate pugliesi -ricetta contest dicembre-

la ricetta delle cartellate pugliesi ce la presenta Maria del blog il piatto allegro potete trovare la ricetta originale qui per far vincere questa ricetta dovrete condividere fino al 31 dicembre questo link http://blog.giallozafferano.it/facileconpam/cartellate-pugliesi/

Ingredienti

250 grammi di semola di grano duro

250 grammi di farina 00

150 grammi di verdeca o vino bianco

80 grammi di zucchero

50 grammi di olio d’oliva

Vincotto q.b. o miele o zucchero a velo

In questa ricetta viene usata la semola di grano duro non rimacinata. Miscelando insieme queste due farine (semola e farina 00) otterremo un impasto che renderà le cartellate non esageratamente friabili e quindi non si romperanno quando le ripasseremo nel vincotto. Inoltre ritengo che la semola le renda più impermeabili all’olio, e quindi la frittura risulterà più asciutta.

Scaldate leggermente la verdeca o il vino bianco. Sciogliete lo zucchero nel vino. Su di una spianatoia setacciate la semola e la farina 00 e praticate un buco al centro, versate l’olio e lentamente versate il vino caldo, cominciando ad impastare. Lavorate l’impasto, fino a renderlo liscio e omogeneo. Staccatene una parte e l’altra riponetela in una ciotola coprendola per non farla seccare. Vi consiglio di munirvi di una sfogliatrice a manovella, che vi faciliterà moltissimo il lavoro. Diversamente vi aiuterà il caro amico matterello! Stendete in una sfoglia sottile la pasta e con l’ausilio di una rotella taglia pasta dentellata, ricavate delle strisce larghe circa 3 cm e lunghe 35-40 cm. La lunghezza è variabile in base alla grandezza delle cartellate. Più grandi le volete e più lunghe dovrete fare le strisce. Io vi sconsiglio di esagerare con la grandezza, perché più piccole sono più facili da consumare  e anche più belle da vedere, secondo me.

Una volta formate le strisce, con le dita formate delle conchigliette, pizzicando la pasta ogni 3 cm.

Man mano che pizzicate, arrotolate su loro stesse le strisce in modo da formare le cartellate.

Disponete le cartellate su dei vassoi di cartoncino, prima di procedere alla frittura. Friggetele subito, in modo che non si secchino eccessivamente.

Friggete le cartellate ad immersione (meglio se in olio d’oliva). Sgocciolatele su della carta assorbente.

Mettete a scaldare il vincotto in una casseruola, se il vostro vincotto fosse troppo denso diluitelo con un po’ d’acqua e ripassate le cartellate nel vincotto, due alla volta non di più, riprendendole subito con una spumeruola. Se volete provare la variante con lo zucchero a velo, spolverizzatene una parte. Oppure scaldate a bagnomaria il vasetto del miele e lasciatene cadere qualche filo sulle cartellate aiutandovi con un cucchiaio.

Le cartellate si conservano per diversi giorni, potete riporle in contenitori con coperchi e consumarle durante tutte le festività.

Cartellate-pugliesi

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...
Precedente torta di pane con canditi e noci -ricetta contest dicembre- Successivo biscotti cookies cioccolato e mandorle -ricetta contest dicembre-

Lascia un commento